1.037 CONDIVISIONI
10 Novembre 2021
09:40

Italia, popolo di emigranti: 5,6 milioni vivono all’estero, nell’anno del Covid aumentati del 3%

Secondo il rapporto della Fondazione Migranti, sono oltre cinque milioni e mezzo i connazionali che vivono stabilmente oltre confine: l’anno del Covid registra peraltro un +3%, con molti italiani che hanno scelto il Regno Unito. La Sicilia la regione con il numero più alto di partenza. Il Presidente Mattarella: “La comunità degli italiani all’estero rappresenta un valore inestimabile”
A cura di Biagio Chiariello
1.037 CONDIVISIONI

Cresce sempre di più la comunità di italiani residenti all'estero. Questo è indubbiamente il dato più significativo che emerge dalla XVI edizione del Rapporto Italiani nel Mondo redatto dalla Fondazione Migrantes. I cittadini, con passaporto italiano, che vivono oggi all’estero, sono oltre 5milioni e mezzo (5.652.080) il 9,5% degli oltre 59,2 milioni di italiani residenti in Italia. Il nostro Paese ha perso quasi 384 mila residenti sul proprio territorio (dato Istat), mentre ne ha guadagnati 166 mila all'estero (dato AIRE): un aumento di presenza all'estero del 3% nell'ultimo anno. Degli oltre 5,6 milioni di italiani all'estero, il 45,5% ha tra i 18 e i 49 anni (oltre 2,5 milioni), il 15% è un minore (848 mila circa di cui il 6,8% ha meno di 10 anni) e il 20,3% ha più di 65 anni (oltre 1,1 milione di cui il 10,7%, cioè circa 600 mila, ha più di 75 anni).

Le comunità più numerose all'estero: comanda l'Argentina

Sono tre le grandi comunità di cittadini italiani iscritti all'Aire: al primo posto troviamo l'Argentina (884.187, il 15,6% del totale), quindi la Germania (801.082, 14,2%), poi la Svizzera (639.508, 11,3%). Seguono, a distanza, le gli italiani in Brasile (sono poco più di 500 mila, 8,9%), Francia (circa 444 mila, 7,9%), Regno Unito (oltre 412 mila, 7,3%) e USA (quasi 290 mila, 5,1%).

Sicilia, regione con più partenze

La Sicilia, con quasi 800mila iscrizioni, è la regione con la maggiore comunità di residenti all'estero. La seguono, a distanza, la Lombardia (+561 mila), la Campania (quasi 531 mila), il Lazio (quasi 489 mila), il Veneto (+479 mila) e la Calabria (+430 mila).

Sempre più italiani in Regno Unito nel 2020

Significativo è il caso del Regno Unito che nell'anno del Covid ha registrato un aumento del +33,5% di connazionali iscritti all'Aire. Delle oltre 33 mila iscrizioni in UK, il 45,8% riguarda italiani tra i 18 e i 34 anni, il 24,5% interessa i minori e il 22,0% sono giovani-adulti tra i 35 e i 44 anni. A seguire troviamo la Germania (13.990 di iscritti) e la Francia (10.562) che, da sole, coprono il 52,8%. Aggiungendo anche il dato della Svizzera (8.189), che quest'anno, diversamente dal precedente, precede il Brasile (7.077), l'incidenza “europea” sul totale nelle prime posizioni arriva al 60,3%. In totale c'è stato un aumento del 3% degli italiani che hanno lasciato

L'Italia che cresce solo all'estero

"È dunque vero che l'Italia sta vivendo da poco più di un decennio una nuova stagione migratoria, ma le conseguenze di questo percorso sono apparse, in tutta la loro evidenza, nell'ultimo quinquennio aggravando una strada che l'Italia sta pericolosamente percorrendo velocemente e a senso unico, caratterizzata da svuotamento e spopolamento, dove alle partenze non corrispondono i ritorni – commenta il Rapporto di Migrantes – Se, peraltro, a lasciare l'Italia inesorabilmente sono i giovani nel pieno della loro vitalità personale e creatività professionale, è su questi che si deve concentrare l'attenzione e l'azione. Urgono analisi e politiche finalizzate a un cambiamento di rotta nell'interesse dell`Italia tutta, dei suoi sempre più numerosi anziani che restano e dei suoi territori sempre più abbandonati e deserti".

Mattarella: "Italiani all’estero valore inestimabile"

In un messaggio inviato in occasione della presentazione del rapporto della Fondazione Migrantes, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato che «la comunità di italo-discendenti nel mondo viene stimata in circa centottanta milioni di persone, cui si aggiungono gli oltre sei milioni di cittadini italiani residenti all’estero. La portata umana, culturale e professionale di questa presenza – ha aggiunto il Capo dello Stato – è di valore inestimabile nell’ambito di quel soft-power che consente di collocare il nostre Paese tra quelli il cui modello di vita gode di maggior attrazione e considerazione».

1.037 CONDIVISIONI
Un anno di vaccini contro il Covid: ecco perché ci stanno salvando, spiegato ai No Vax
Un anno di vaccini contro il Covid: ecco perché ci stanno salvando, spiegato ai No Vax
In Italia rallenta la curva dei contagi Covid, Locatelli (Cts): "Segnali di netta decelerazione"
In Italia rallenta la curva dei contagi Covid, Locatelli (Cts): "Segnali di netta decelerazione"
Coronavirus in Italia, il bollettino: 54.762  nuovi casi e 144 morti, i dati di sabato 25 dicembre
Coronavirus in Italia, il bollettino: 54.762 nuovi casi e 144 morti, i dati di sabato 25 dicembre
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni