204 CONDIVISIONI
Conflitto Israelo-Palestinese

Israele, la nonna rapita da Hamas non ha con sé le medicine, la nipote: “Sta soffrendo, liberatela”

Tra gli ostaggi di Hamas c’è anche Yaffa Adar, 85 anni. Le immagini dell’anziana, circondata dai combattenti palestinesi armati, hanno fatto il giro del mondo. L’appello disperato della nipote: “Mia nonna è forte, ma ora starà soffrendo tantissimo. Rapire persone innocenti non è umano…”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
204 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto Israelo-Palestinese

Oltre a Noa, rapita durante un rave party che si è trasformato in un incubo, da Israele arriva anche il dramma di Yaffa Adar, la vecchina che Hamas ha sequestrato sabato dopo l'attacco a sorpresa lanciato da Gaza. In video la 85enne è stata filmata e mostrata quasi come un trofeo mentre veniva portata via dai miliziani palestinesi su di un cart.

Sua nipote, Adva Adar, ha detto a Sky News che sua nonna è "una donna straordinaria" ed è "molto forte". Ma ha ammesso che la sua famiglia è seriamente preoccupata per ciò che potrebbe accadere ora.

"Siamo scioccati, fa male in ogni centimetro del nostro corpo", ha detto la ragazza. "Abbiamo molta paura per lei, è malata e ovviamente non ha le sue medicine con sé. Non sappiamo nemmeno per quanto tempo potrà sopravvivere senza le medicine. Quello che sappiamo è che senza quei farmaci soffre molto".

Adva ha descritto sua nonna come una "donna molto positiva, molto divertente", aggiungendo: "Le piace godersi la vita e le piace aiutarci a goderci la nostra vita, coccolarci, prendersi cura di noi".

La nipote racconta di come la nonna abbia fondato un kibbutz, si tratta probabilmente del luogo dove è stata catturata dai miliziani. "Mia nonna ha creduto nel sionismo, in questo paese che l’ha abbandonata, come un ostaggio".

yaffa adar
yaffa adar

Quando le è stato chiesto se avesse un messaggio per Hamas, ha detto che "rapire persone innocenti" che cercano di vivere la propria vita "non è umano".

"Hanno bisogno di tornare a casa", ha aggiunto a Sky News. "La situazione potrebbe essere difficile, ma non c'è motivo al mondo per cui donne anziane, bambini e neonati debbano essere rapiti. Non c'è motivo, riportateli a casa. Qualunque cosa tu faccia, riportateli a casa e basta", è l'appello disperato di Adva.

Nelle ultime ore è circolato sui social il video di un'anziana donna liberata insieme al suo badante dalle forze israeliane. Si era vociferato che si trattasse di Yaffa. La stessa nipote, Adva, lo ha smentito.

204 CONDIVISIONI
632 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views