309 CONDIVISIONI
14 Dicembre 2020
10:34

Ingoia la batteria di un telecomando mentre gioca: bambino di 8 anni si brucia l’esofago

Ha rischiato di morire per via di una batteria ingoiata mentre giocava: Lucas, bambino inglese di 8 anni, è fortunato ad essersela cavata con poco. Una piccola porzione dell’esofago è stata danneggiata dalla pila, ma per guarire non avrà bisogno di un’operazione chirurgica. I genitori chiedono di fare attenzione ai bambini soprattutto nel periodo natalizio.
A cura di Gabriella Mazzeo
309 CONDIVISIONI

Aveva ingoiato la batteria di un telecomando che avrebbe potuto ucciderlo. Subito dopo aver ingerito la batteria, Luca Brookes, un bambino inglese di 8 anni, aveva iniziato ad accusare un bruciore all'interno della gola. Si trattava della pila di un telecomando, mandata giù dopo averla messa in bocca per gioco. La madre di 39 anni ha subito chiesto aiuto al marito per portare d'urgenza il bambino al pronto soccorso del George Eliot Hospital. I medici lo hanno trasferito poi in ambulanza al Birminghan Children's Hospital per le scansioni del caso.

La batteria, delle dimensioni di una moneta, era bloccata nel suo esofago. I medici, quindi, l'hanno spinta nello stomaco dirottandola dai polmoni. La batteria aveva fortunatamente esaurito la sua carica senza problemi nelle viscere del bambino e il piccolo ha potuto ritrovare i suoi compagni di classe dopo sei giorni di riposo. Lucas è stato molto fortunato: il lieto fine di questa storia non era scontato. A dirlo è la madre, neurofisiologa clinica specializzata, molto spaventata da quanto accaduto. "Ha fatto un'altra scansione per verificare che non ci fossero danni all'esofago, lì dove la batteria lo aveva bruciato. Avrebbe potuto aver bisogno di un'operazione per tagliare un pezzo di esofago danneggiato, e invece la bruciatura sta guarendo da sola. Non è qualcosa della quale preoccuparsi" spiega la madre. "Se fosse entrato nei polmoni, probabilmente sarebbe morto". La donna ha aggiunto che batterie così piccole sono un reale problema per l'incolumità dei più piccoli che spesso finiscono per ingoiarle. "I genitori devono farci attenzione e devono avvertire anche i bambini – continua la madre di Lucas – Ora arriva Natale e queste batterie sono quasi in tutti i giocattoli. I piccoli potrebbero ingerirle. Non è colpa di nessuno, può succedere a chiunque, queste cose accadano e non vogliamo che succeda a qualcun altro.

309 CONDIVISIONI
Precipita dal terzo piano, grave bambina di 4 anni a Macerata: la mamma tenta il suicidio
Precipita dal terzo piano, grave bambina di 4 anni a Macerata: la mamma tenta il suicidio
Torino, maestre in chat paragonano alunno disabile alla gastrite: "Quest’anno ha nome e cognome"
Torino, maestre in chat paragonano alunno disabile alla gastrite: "Quest’anno ha nome e cognome"
Trentino, schiacciato dal tagliaerba: Thomas muore a 26 anni mentre lavora
Trentino, schiacciato dal tagliaerba: Thomas muore a 26 anni mentre lavora
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni