Tragedia a Pisa, dove un neonato di due mesi è morto dopo essere rimasto coinvolto in un drammatico incidente stradale insieme alla sua famiglia. I fatti si sono verificati intorno alle 16 di ieri, domenica 16 febbraio, dopo che tre vetture si sono tamponate per cause in via di accertamento all’altezza di un semaforo, lungo una strada a quattro corsie in via Aristo Manghi a Cisanello. Il piccolo Brandon era su una delle auto, nell’ovetto agganciato sul sedile del passeggero, accanto al padre che era alla guida. In seguito all'impatto è scoppiato l'airbag, che però ha colpito in pieno il bambino, il quale ha immediatamente perso i sensi. Il tutto davanti agli occhi increduli dei genitori. Intervenuti i soccorsi, è stato trasferito d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale di Cisanello.

Il neonato è stato operato alla testa, ma purtroppo gli edemi e le contusioni riportate, tra cui anche un trauma toracico, sono risultate fatali: nella notte i medici, che hanno tentato di tutto pur di salvarlo, ne hanno potuto solo dichiarare il decesso all'ospedale di Pisa intorno alle 22:30. Nella stessa vettura, sui sedili posteriori viaggiavano la madre della vittima e il fratello più grande, classe 2017, anche lui trasferito in ospedale lamentando dolore alla testa, ma le sue condizioni non destano preoccupazione. Una vicenda che ha lasciato tutta la comunità locale sotto choc, considerando che la vittima era nata solo lo scorso 17 dicembre. Sulla dinamica dell'incidente indagano i vigili urbani. Dai primi rilievi è emerso, tuttavia, che l’airbag sul lato del bambino, che ne ha provocato le lesioni poi risultate mortali, non era disattivato come prevedono le normative di sicurezza per chi monta il seggiolino sul sedile anteriore.