964 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Aprile 2021
19:33

Impennata di contagi covid a Palermo, rischia ancora zona rossa, Orlando: “Incoscienti, fermatevi”

Sui 1.069 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia, che fanno della regione la seconda con più casi giornalieri in Italia, oltre la metà riguardano proprio Palermo e la provincia. La zona rossa dunque potrebbe essere prolungata ancora all’attuale scadenza delle ordinanze fissata per mercoledì 28 aprile.
A cura di Antonio Palma
964 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Non si arresta la curva dei contagi da coronavirus a Palermo e in tutta la città metropolitana del capoluogo siciliano nonostante la zona rossa e le misure restrittive anti covid imposte dalla Regione Siciliana per fermare il contagio. In una Sicilia che resta zona arancione, infatti, sui 1.069 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, che fanno della regione la seconda con più casi giornalieri in Italia, oltre la metà riguardano proprio Palermo e la provincia. Nonostante il basso numero di tamponi processati, nel capoluogo sono stai ben 584 i casi in un solo giorno che mettono ora a serio rischio il ritorno a zona arancione di Palermo. All'attuale scadenza delle ordinanze fissata per mercoledì 28 aprile, infatti, le misure restrittive molto probabilmente saranno confermate per molte zone del Palermitano.

Appena la scorsa settimana il governatore Nello Musumeci aveva parlato di una situazione di parziale miglioramento dell'andamento della diffusione del contagio da coronavirus nella Provincia palermitana e per questo aveva ritenuto non necessario mantenere la zona rossa per l'intera Provincia. In zona rossa però è rimasto proprio il capoluogo insieme ai Comuni di Bagheria, Casteldaccia, Partinico, Giardinello, Borgetto, San Cipirello, Misilmeri, Baucina, Villafrati, Mezzojuso, Carini, Torretta, Cinisi, Termini Imerese, Lascari, Alimena, Giuliana, Santa Cristina Gela, Piana degli Albanesi, Villabate, Monreale e Belmonte Mezzagno.  Alla luce dei dati odierni comunicati dall'Asp di Palermo, è difficile un ritorno generale alla zona arancione e se la zona rossa fosse confermata anche per Palermo  città per il capoluogo si tratterebbe un mese di zona rossa.

"Nella città e nella provincia di Palermo cresce in maniera preoccupante il numero dei nuovi contagiati. Esprimo gratitudine e ammirazione al personale sanitario, per l'impegno portato avanti in condizioni spesso difficili, e alle forze dell'ordine che cercano in tutti i modi di far comprendere alle persone che siamo alla vigilia di una strage umana ed economica" Lo dice il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in un video dopo l'impennata di casi in città, aggiungendo: "Incoscienti, fermatevi. State provocando la morte di migliaia di persone e aziende".

Col crescere dei contagi a Palermo intanto coinvolte anche le scuole. Nel capoluogo, ad esempio, oggi sono stati chiusi gli asili nido comunali ‘Girasole’ e ‘Tornatore’, in zona Uditore-Passo di Rigano, in seguito alla segnalazione di positività al Covid-19 di un dipendente in entrambi i casi. Secondo i dati aggiornato al 19 aprile, però, solo 0,65% degli alunni delle scuole di Palermo e provincia risulta positivi al Covid. Nel dettaglio, nella scuola dell'infanzia su 23.113 bimbi, i positivi sono 90 (0,39%). Nella primaria su 53.708 allievi, i contagiati sono 400 (0,74%). E ancora nella scuola di primo grado su 37.702 i positivi sono 263 (0,70%), in quella di secondo grado su 47.584 allievi, i positivi sono 295 (0,62%).

964 CONDIVISIONI
31851 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni