La Regione Piemonte è pronta ad acquistare vaccini anti-Covid Vaxzevria di AstraZeneca dalla Danimarca per non rallentare la campagna vaccinale. La Regione intende comprare dal Paese scandinavo le partite inutilizzate del vaccino di AstraZeneca, in modo da garantire le forniture ai medici di famiglia costretti in questi giorni a rallentare le somministrazioni a causa della carenza di dosi. A darne notizia l'assessore regionale alla Ricerca Covid, Matteo Marnati: "Dall'Ambasciata – ha spiegato – ci è stato confermato che il Governo danese starebbe valutando le richieste pervenute anche da altri Paesi e che terranno in considerazione quella del Piemonte. Di questa opportunità, che vorremmo cogliere ed approfondire, abbiamo già informato il Ministero della Salute”. E ancora, ha aggiunto l’assessore: "Queste dosi ci permetterebbero di proseguire a pieno ritmo con la campagna che, in Piemonte, ha già superato una forza vaccinale di 30 mila dosi quotidiane, in particolare garantendo le forniture ai nostri medici di famiglia, che in questi giorni sono stati costretti a rallentare con le vaccinazioni dei propri pazienti a causa della carenza di dosi di vaccino AstraZeneca. Come assessore alla Ricerca, ritengo che la fiducia nella scienza sia fondamentale. Il vaccino è la nostra speranza di tornare alla normalità. E più dosi avremo a disposizione prima potremo ripartire”.

Lo stop al vaccino Astrazeneca in Danimarca – Nei giorni scorsi la Danimarca ha fatto sapere che non utilizzerà più il vaccino anti-Covid Vaxzevria di AstraZeneca, che era stato già sospeso l’11 marzo a causa del possibile collegamento tra casi estremamente rari di trombosi e il farmaco. La campagna di vaccinazione nel Paese – in Danimarca l’epidemia di Covid-19 sembra sotto controllo – procede con i prodotti di Pfizer e Moderna.