15 CONDIVISIONI
Conflitto Israelo-Palestinese

Guerra Israele-Hamas, cosa pensano gli italiani del conflitto: i risultati del sondaggio

I risultati di un sondaggio sulla guerra in Medio Oriente di Pagnoncelli: più di un terzo degli italiani (il 36%) dichiara di sapere poco o nulla di quanto è successo a partire dall’attacco di Hamas del 7 ottobre scorso.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Susanna Picone
15 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto Israelo-Palestinese

Più di un terzo degli italiani (il 36%) dichiara di sapere poco o nulla del conflitto israelo-palestinese in corso, e di quanto è successo a partire dall’attacco di Hamas del 7 ottobre scorso. Il 40% del campione si ritiene invece abbastanza informato e solo un quarto circa (il 24%) sostiene di conoscere in profondità la vicenda.

Questi i risultati di un sondaggio sulla guerra in Medio Oriente di Pagnoncelli. La scelta di Israele di intervenire nella Striscia di Gaza per rispondere all’attacco del 7 ottobre suscita notevoli perplessità, con il 46% degli intervistati che la definisce spropositata pur non negando ad Israele il diritto di difendersi. Poco più di un quarto giudica che sia stata una reazione comprensibile. Sono gli elettori di opposizione a schierarsi prevalentemente con l’opinione che sia stata una scelta eccessiva, mentre nel centro-destra si giustifica maggiormente l’intervento di Israele.

Dal sondaggio emerge anche che il conflitto solleva molti timori: il 35% degli intervistati dice di essere molto preoccupato, abbastanza preoccupato il 45%, mentre un quinto pensa che non ci siano motivi di inquietudine al proposito.

Ciò che crea maggiori preoccupazioni è relativo ai rischi di un possibile allargamento del conflitto ad altri Paesi (33%), seguito col 29% dal tema delle conseguenze umanitarie sui civili. Meno rilevante, secondo il sondaggio di Pagnoncelli, il rischio di ripresa degli attentati terroristici di matrice islamica in Europa: viene citato dal 17% con punte del 27% tra gli elettori di Lega, FI e Noi moderati. All’ultimo posto la preoccupazione per le conseguenze economiche, citato dal 12% del campione (questa risulta invece essere la preoccupazione principale se si parla della guerra tra Russia e Ucraina).

Gli italiani sembrano comunque restii a schierarsi per l’una parte o per l’altra. Il 52% ritiene che si debba avviare una mediazione tra le parti tesa a evitare una escalation del conflitto. Il 6% ritiene che l’Italia dovrebbe appoggiare Israele senza tentennamenti, il 15% invece pensa invece si dovrebbero appoggiare i palestinesi pur condannando Hamas. Solo il 2% dice di appoggiare i palestinesi anche senza condannare Hamas.

15 CONDIVISIONI
633 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views