Momenti di vero e proprio terrore ieri pomeriggio a Sansepolcro dove un uomo di 44 anni pluripregiudicato ha esploso dalla finestra della sua casa dei colpi di fucile ad altezza d'uomo verso due passanti: le ragioni del gesto appaiono inspiegabili, ma a quanto pare l'uomo aveva subito la sospensione della patente e per questo sarebbe andato su tute le furie decidendo di "farla pagare" a dei perfetti innocenti. Il 44enne è stato arrestato per tentato omicidio e porto e detenzione illegale di armi. Fortunatamente i due "bersagli" sono rimasti illesi, mentre prima di essere ammanettato l'uomo si è asserragliato dentro l’immobile, minacciando di voler compiere una strage.

Sul luogo si sono immediatamente portati i carabinieri che hanno circondato la casa in cui si era barricato l'uomo e creato un cordone  di sicurezza anche bloccando tutte le vie di fuga presenti. Nel giro di pochi minuti è stata intavolata una trattativa telefonica condotta dal Comandante di Stazione di Monterchi che conosceva per ragioni di servizio il 44enne ed era presente sul posto in ausilio all’intervento. Il maresciallo lo ha convinto nel desistere dal compiere ulteriori gesti inconsulti convincendolo ad uscire dall'abitazione disarmato. Una volta venuto allo scoperto i carabinieri l'hanno  arrestato per poi accompagnarlo in carcere ad Arezzo. Al termine della vicenda sono state avviate le ricerche dell’arma utilizzata, anche con l’ausilio di personale dei Vigili del Fuoco di Sansepolcro.