2.798 CONDIVISIONI
Omicidio Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin, “Abbracciatevi anche per me”: Elena ricorda la mamma e la sorella sui social

Elena Cecchettin ha condiviso su Instagram il ricordo della sorella Giulia, trovata morta sabato scorso, e della mamma Monica, venuta a mancare un anno fa: “Abbracciatevi anche per me”.
A cura di Ida Artiaco
2.798 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Giulia Cecchettin

Due foto in bianco e nero, una di qualche anno fa e l'altra più recente. Sotto la scritta: "Abbracciatevi anche per me". È questo il ricordo commosso postato su Instagram da Elena Cecchettin, sorella di Giulia, la 22enne scomparsa a Vigonovo sabato 11 novembre e trovata morta una settimana dopo nei pressi del lago di Barcis, mentre il presunto killer, l'ex fidanzato Filippo Turetta, fuggiva verso il Nord Europa prima di essere arrestato vicino Lipsia.

Nelle immagini che la ragazza ha condiviso sui social c'è il tenero abbraccio di Giulia e della mamma Monica Camerotto, venuta a mancare a soli 51 anni un anno fa al termine di una grave malattia. Anche papà Gino, poco dopo aver ricevuto la notizia del ritrovamento del corpo della studentessa, aveva pubblicato sui propri canali un messaggio che recitava: "Amore, mi manchi già tantissimo. Abbraccia la mamma e dalle un bacio da parte mia".

Un doppio lutto che ha colpito questa famiglia veneta in pochissimo tempo. "Il dolore è tanto, inimmaginabile, atroce. Una parte di me che se ne va. Aveva solo 22 anni… una vita davanti spezzata, senza un motivo logico. Posso capire una malattia, un incidente, ma questo è il modo più inconcepibile. Non te ne fai una ragione. Ma devo essere forte, per gli altri ragazzi, Elena e Davide. Devono, dobbiamo ripartire. Erano tre fratelli unitissimi", aveva detto sempre il papà in una intervista a Repubblica.

Giulia Cecchettin, come riporta Il Messaggero, dovrebbe riposare nel cimitero di Saonara, proprio accanto alla mamma Monica. L'ultimo saluto della giovane sarà celebrato nella parrocchia di San Martino, alla presenza del vescovo di Padova Claudio Cipolla, oltre che delle autorità e istituzioni del territorio a cavallo tra le province di Padova e Venezia. Ma non c'è ancora una data per il funerale: si attende infatti lo svolgimento dell'autopsia prima del nullaosta che potrà far riavere la salma ai familiari.

2.798 CONDIVISIONI
136 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni