"Ricorre oggi la data di fondazione della Repubblica: la festa degli italiani. Sono stati, questi, settantatre anni di pace per il nostro Paese, garantiti dai valori di libertà, giustizia e democrazia su cui si fonda la nostra Carta costituzionale, riferimento per ogni cittadino e guida per chiunque sia chiamato a responsabilità a favore della collettività". Con queste parole il capo dello Stato, Sergio Mattarella, dà inizio alla giornata della Festa della Repubblica italiana. Oggi, domenica 2 giugno, sono tante le celebrazioni in programma da un angolo all'altro della Penisola, ma il fulcro resta la tradizionale parata militare in programma ai Fori imperiali a Roma alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

Non sono mancate le polemiche per l'assenza di alcuni generali, della leader di FdI Giorgia Meloni e dell'ex ministro della Difesa, Ignazio La Russa, per protesta contro la ministra della Difesa Elisabetta Trenta, accusata di "pacifismo d'accatto" e di non saper gestire correttamente il suo dicastero. "Non è più possibile ignorare la vergognosa gestione della Difesa da parte del ministro Elisabetta Trenta. Non ultimo il tentativo di trasformare la tradizionale rivista su via dei Fori Imperiali in uno strumento di propaganda anti-militarista, ad uso e consumo della dialettica interna tra le forze di governo", aveva spiegato così la Meloni la sua assenza. A gettare acqua su fuoco è stato lo Stato maggiore della Difesa, che si è dissociato da qualsiasi strumentalizzazione politica della ricorrenza.

Tra i presenti sicuri, ci sarà il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che su Twitter ha scritto: "Buona domenica e buona Festa della Repubblica, Amici. Orgoglioso di poter esercitare il mio ruolo di governo sempre a difesa dell’Italia". A mettere un punto alle polemiche ci ha pensato anche il presidente della Camera, Roberto Fico che, parlando ai giornalisti prima di partecipare alla parata, ha detto che "non ci devono essere polemiche sterili e strumentali, oggi è la festa di tutti. Nel cielo sventola la bandiera della Repubblica, che significa libertà, democrazia e rispetto di tutte le persone che si trovano sul nostro territorio".