Alessandra Matteuzzi uccisa a Bologna, ultime news
9 Settembre 2022
17:57

Femminicidio Alessandra Matteuzzi, l’ex fidanzato Padovani ricorre al Riesame

Giovanni Padovani, in carcere per l’omicidio di Alessandra Matteuzzi, ha fatto ricorso al tribunale del Riesame di Bologna contro la misura cautelare. Udienza il 14 settembre.
A cura di Susanna Picone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Alessandra Matteuzzi uccisa a Bologna, ultime news

Giovanni Padovani, ex fidanzato di Alessandra Matteuzzi attualmente in carcere con l’accusa di aver ucciso la 56enne, ha fatto ricorso al tribunale del Riesame di Bologna contro la misura cautelare. L'udienza è fissata per mercoledì prossimo, 14 settembre. Calciatore dilettante di 27 anni, Giovanni Padovani è accusato di omicidio aggravato dallo stalking.

Il giovane è stato arrestato la sera stessa dell’omicidio di Alessandra Matteuzzi, il 23 agosto scorso, dopo aver brutalmente ucciso anche a martellate la ex compagna sotto casa sua a Bologna. Dalla vittima il calciatore, che è difeso dall’avvocato Enrico Buono, era stato già denunciato per stalking ma nei suoi confronti non erano ancora scattate delle misure restrittive. Nell'udienza di convalida si era avvalso della facoltà di non rispondere.

Giovanni Padovani, arrestato per l’omicidio
Giovanni Padovani, arrestato per l’omicidio

Nei giorni scorsi si è svolta a Bologna l’udienza di conferimento dell'incarico tecnico per le perizie sui dispositivi elettronici di Padovani. L'uomo, secondo quanto si è appreso, si era mostrato collaborativo fornendo pin e password dei dispositivi. Quando la vittima lo aveva denunciato aveva raccontato di aver scoperto che tutte le credenziali dei propri profili social erano state modificate a sua insaputa mentre l'account Whatsapp era collegato a un browser web che quindi consentiva di monitorarne i messaggi.

Il brutale femminicidio di Bologna sarà al centro anche della prima puntata della trasmissione “Domenica In”: lo ha annunciato in conferenza stampa la stessa Mara Venier spiegando che parlerà di Alessandra Matteuzzi e in studio con lei ci sarà la sorella della vittima, Stefania.

La sorella che era al telefono con la vittima proprio nel momento in cui quella sera è stata aggredita: “È scesa dalla macchina e ha cominciato a urlare: no Giovanni, no, ti prego, aiuto. Io ero al telefono, ho chiamato immediatamente i carabinieri che sono arrivati subito. Io abito a 30 chilometri. Alla fine l'ha massacrata di botte”, aveva detto la donna in lacrime ai giornalisti subito dopo l’omicidio.

Alessandra e il suo ex si conoscevano da circa un anno, si vedevano poco anche per via del lavoro di lui, e da qualche mese l'uomo aveva cominciato a perseguitarla.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni