Tragedia nel pomeriggio di domenica sulla Maiella, nell'Appennino centrale abruzzese. Due escursionisti sono morti dopo essere precipitati nel vuoto mentre si trovavano in una zona estremamente impervia del massiccio montuoso in provincia di Pescara. Il dramma si è consumato nel primo pomeriggio in località Rava del Ferro, nel territorio del comune di Sant'Eufemia A Maiella, durante una escursione di gruppo. A lanciare l'allarme, intorno alle 14.30 di oggi, sono stati proprio i compagni di viaggio delle due vittime che hanno visto coi loro occhi i due escursionisti precipitare in un dirupo senza poter fare nulla. Dopo la chiamata di soccorso, è subito scattata la procedura di emergenza da parte dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Alpino (Cnsas) ma quando i primi soccorritori son arrivati sul posto purtroppo per le due vittime non c'era più nulla a da fare

I soccorritori erano partiti con squadre di terra ed elicottero nel tentativo di recuperare i due ancora in vita ma purtroppo la zona impervia e la terribile caduta per decine di metri non hanno lasciato loro scampo. Un epilogo che purtroppo si temeva fin dal'inizio visto che i due escursionisti precipitati non davano segni di vita. La conferma è arrivata dal medico del 118, giunto sul luogo dell'accaduto in elicottero, che ha dovuto accertare il decesso di entrambi sul posto. Secondo il Soccorso alpino, i due escursionisti deceduti presumibilmente sono scivolati sul ghiaccio finendo nel dirupo.

Dopo l'intervento del 118 gli uomini del  Soccorso alpino e i vigili del fuoco hanno avviato le procedure di recupero dei corpi per il trasporto a valle alla presenza dei carabinieri. Nel frattempo invece sono stati soccorsi e trasportati in ospedale  i due compagni di escursione che hanno lanciato l'allarme. Per loro pare nessuna conseguenza seria dal punto di vista fisico ma sarebbero sotto shock dopo aver assistito alla terribile tragedia.