Un artista che mangia un altro artista”. Una performance singolare che prende di mira un’opera discussa da giorni, ‘Comedian’ di Maurizio Cattelan. L’opera consiste in una banana (vera) attaccata al muro con lo scotch. È esposta alla fiera d’arte contemporanea Art Basel di Miami ed è stata venduta per 120mila dollari. Poi è arrivato un altro artista, David Datuna, che l’ha staccata dal muro e mangiata. Ovviamente consapevole del valore di quell’opera, tanto da farsi riprendere per spiegare che la sua altro non era che una performance artistica, e non di certo una protesta o una contestazione nei confronti di Cattelan. La sua performance è stata intitolata ‘Hungry Artist’, ovvero artista affamato. “Posso mangiare la banana e il concetto di banana solo perché sono un artista anche io. Rispetto Cattelan, lo adoro. Ma io sono un artista che mangia un altro artista”, ha spiegato Datuna dopo la performance.

L’opera di Cattelan ‘Comedian’

L’opera di Cattelan si chiama ‘Comedian’, ovvero comico, perché si riferisce alla battuta di un personaggio della serie tv Arrested Development: l’idea nasce dalla frase per cui i ricchi non sanno quanto costa una banana. Ne esistono altre due uguali. La banana è stata comprata da Cattelan al mercato di Miami ed è stata pagata circa 30 centesimi di dollaro.

Perché Datuna non verrà denunciato

L’opera ha una particolarità: l’atto di vendita, infatti, comprendeva un certificato di autenticità e delle istruzioni che prevedevano di sostituire la banana quando sarebbe marcita. Quindi un’opera che si rigenera, anche dopo essere stata mangiata. E non legata alla singola banana mangiata da Datuna. Motivo per cui, secondo quanto fatto sapere dal museo e dai rappresentanti di Cattelan, Datuna non verrà denunciato.