La Cassazione ha dato il via libera all'adozione all'estero per coppie omosessuali. Tramite una sentenza, l'autorità ha riconosciuto come legittima l'adozione di un bambino avvenuta a New York da parte di una coppia costituita da un cittadino italiano e uno americano. I due risiedono negli Stati Uniti da oltre dieci anni e hanno adottato il bambino secondo le leggi dello Stato di New York. Il genitore italiano ha proposto ricorso davanti alla Corte d'Appello per ottenere il riconoscimento effettivo del suo ruolo di genitore adottivo anche in Italia. Chiede quindi la trascrizione dell'atto di nascita del minore e del provvedimento di adozione anche all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di Samarate, suo luogo di nascita.

La Corte d'appello di Milano ha dichiarato l'efficacia del provvedimento di adozione ordinando l'effettiva trascrizione del provvedimento insieme all'atto di nascita dell'adottato con le sue nuove generalità, comprensive dei dati dei genitori adottivi. Secondo la Cassazione non può essere un elemento ostativo all'adozione il fatto che il nucleo familiare sia omogenitoriale una volte escluso l'accordo di maternità surrogata.