Otto minorenni di età comprese tra i 14 e i 17 anni e due adulti sono stati identificati e denunciati dalla polizia postale con l'accusa di aver aggredito un ragazzo, "colpevole" di avere pubblicato un post contro la festa di Sant’Agata e contro i devoti. E' accaduto a Catania. Le accuse sono di istigazione a delinquere, lesioni e minacce gravi.

Adolescente messo alla gogna per le "critiche" a Sant'Agata

I dieci giovani, in particolare, avrebbero minacciato, in occasione dei festeggiamenti per la patrona di Catania Sant’Agata dello scorso febbraio, un ragazzo di 17 anno che aveva pubblicato un post sul social network criticando la statua della Santa Patrona della città siciliana e tutti i suoi devoti. L'adolescente suo malgrado è diventato vittima di gravi minacce e offese, dilagate in breve tempo non solo sul social network ma anche su altre applicazioni; venivano creati, infatti, dei gruppi su Whatsapp che incitavano alla violenza contro il giovane, costretto a subire un'autentica gogna. Gli insulti e le umiliazioni virtuali, tuttavia, ben presto sono diventati reali: il ragazzo infatti ha subito anche un’aggressione fisica davanti la villa Bellini di Catania da parte di un gruppo di coetanei a lui sconosciuti.

Le indagini della polizia postale hanno consentito di identificare gli autori delle aggressioni verbali e fisiche. I più giovani del gruppo sono stati ascoltati e hanno ammesso le loro responsabilità. I due maggiorenni sono stati deferiti alla locale Procura Distrettuale perché ritenuti responsabili di minacce e istigazione a delinquere.