261 CONDIVISIONI
Covid 19
23 Agosto 2021
12:37

Covid in Italia, dopo 6 settimane scende la curva dei contagi ma aumentano ricoveri e decessi

In Italia scende lentamente la curva dei contagi Covid dopo sei settimane di incremento dovuto alla variante Delta: si tratta del -0,7%, che potrebbe indicare il raggiungimento del cosiddetto plateau. Tuttavia, aumentano i numeri delle ospedalizzazioni e dei morti: negli ultimi 7 giorni ci sono stati 319 decessi, nel periodo dal 9 al 15 agosto erano stati 107 in meno.
A cura di Ida Artiaco
261 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo sei settimane la curva dei contagi Covid in Italia comincia lentamente a diminuire. È infatti la prima volta dopo circa un mese e mezzo che i nuovi casi registrati negli ultimi 7 giorni sono numericamente inferiori a quelli della settimana precedente. Non tantissimo in effetti: si tratta di 349 positivi in meno, pari allo 0,7%, ma tanto basta per far ben sperare che il trend si vada consolidando, raggiungendo il cosiddetto "plateau", anche in vista della ripresa delle attività produttive e della scuola a settembre. Una situazione che sembrerebbe essere confermata anche dal tasso di positività che, secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute, è fermo a quota 3,3%, con una media giornaliera di circa 6.200, nonostante la maggiore contagiosità della variante Delta a cui sono collegati la maggioranza dei contagi.

Tuttavia, ad una lenta diminuzione dei contagi corrisponde un aumento delle ospedalizzazioni, anche se pure in questo caso si tratta di numeri che non sono neanche lontanamente paragonabili a quelli dei mesi scorsi, quando la campagna di vaccinazione era ancora nelle fasi iniziali. Secondo i dati elaborati da Agenas, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, il tasso di occupazione delle terapie intensive è salito al 5% rispetto al 4% di una settimana fa, mentre quello dei reparti ordinari è salito al 7% rispetto al 6% di una settimana fa a livello nazionale. Soltanto la Sicilia, che si attesta al 19%, mentre resta al 9% il dato sulle intensive (le soglie limite sono 15 e 10%), rischia concretamente tra una settimana il cambio di colore. Osservate speciali sono anche la Sardegna e la Calabria: per la prima per le percentuali sono rispettivamente del 12% e 10% mentre calano di un punto (al 14%) i ricoveri in area medica nella seconda (resta al 7% per le intensive). A livello numerico, i ricoveri ordinari nell'ultima settimana su base nazionale sono stati 605, mentre nella precedente erano stati 531. I ricoveri in terapia intensiva sono stati 270 questa settimana, la precedente 243. L'incremento riguarda infine anche le vittime: 319 negli ultimi 7 giorni, nel periodo dal 9 al 15 agosto erano stati 107 in meno.

261 CONDIVISIONI
27599 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni