Il coronavirus rischia di provocare uno scontro diplomatico ed economico tra Stati Uniti e Germania. Secondo quanto riporta l'edizione domenicale del giornale tedesco Die Welt, il presidente statunitense Donald Trump avrebbe offerto "somme ingentissime" a un'azienda tedesca per acquistare "in esclusiva per gli Usa" il vaccino che gli scienziati stanno studiando. Una notizia a cui il governo tedesco ha risposto con irritazione, spiegando che si impegnerà per garantire che il vaccino sia disponibile per la Germania e tutta l'Europa per fare fronte all'emergenza.

Coronavirus, Trump offre "somme ingentissime" per il vaccino in esclusiva per gli Usa

Oggetto del contendere è il medicinale anti-coronavirus che sta sviluppando la casa biofarmaceutica CureVac di Tubinga, nel Baden-Wurttemberg. Nel suo articolo Welt am Sonntag cita una fonte anonima del governo tedesco, che riferisce il tentativo di Trump di ottenere il vaccino "solo per gli Stati Uniti". Il tycoon sarebbe disposto a mettere sul piatto decine di milioni di dollari. L'ambasciata statunitense in Germania non ha commentato la vicenda.

Governo tedesco irritato, può bloccare l'acquisizione

La CureVac sta conducendo la ricerca insieme al Paul Ehrlich Institut, l'istituto federale tedesco per i vaccini e le biomedicine. Un'agenzia federale che dipende direttamente dal ministero della Sanità tedesco. Un portavoce del ministero dell'Economia tedesco ha replicato che il governo di Berlino è "interessato al fatto che vaccini e altre sostanze utili contro il coronavirus vengano sviluppati anche in Germania e in Europa". L'esecutivo di Angela Merkel si opporrà quindi alla richiesta del presidente statunitense, avendo il potere di esaminare le offerte di acquisizione da paesi terzi "se sono in gioco interessi di sicurezza nazionali o europei". In Germania i casi di contagio superano i 4500, con un'esplosione di migliaia di nuovi casi negli ultimi giorni, e sono stati disposte chiusure, limitazioni e altre misure di emergenza. Florian von der Muelbe, Cfo e co-fondatore di CureVac, ha dichiarato a Reuters che la società ha iniziato a studiare numerosi vaccini ha ora ne ha selezionati due da sottoporre a test clinici.