Covid 19
31 Ottobre 2020
10:50

Coronavirus. Ricoverato all’ospedale di Perugia il cardinale Bassetti

Peggiorano le condizioni dell’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiane dopo che nei giorni scorsi è emersa la notizia della positività al Covid-19. “Continuiamo a essergli vicini”, dichiara Monsignor Stefano Russo, Segretario generale della Conferenza episcopale italiana.
A cura di Redazione
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il cardinale Gualtiero Bassetti, 78 anni, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, stamane è stato ricoverato all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, a seguito della positività al Covid-19 riscontrata nei giorni scorsi. Le sue condizioni di salute saranno verificate e monitorate con probabile utilizzo di accertamenti strumentali. Lo rende noto una nota dell'Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali.

Ieri Avvenire, scriveva che l'andamento della malattia non destava particolare preoccupazione e che le sue condizioni generali erano buone. Oggi il ricovero. In queste ore stanno giungendo da tutta Italia numerosi messaggi di affetto e solidarietà al Cardinale:

“Continuiamo a essere vicini al cardinale presidente – dichiara Monsignor Stefano Russo, Segretario generale della Conferenza episcopale italiana –. Lo accompagniamo con la preghiera e l’affetto del Popolo di Dio, certi che il Signore non farà mancare la sua consolazione e il suo sostegno in questa prova”.

Con un messaggio pubblicato sul sito della Conferenza episcopale italiana di cui è presidente, il cardinale Bassetti ieri ha ringraziato tutti coloro che gli hanno manifestato vicinanza “con messaggi di solidarietà e con la preghiera” e offre “questa prova per tutti i malati, i sofferenti, le persone che hanno vissuto un lutto, i medici e gli operatori sanitari che prestano soccorso con dedizione e cura, i rappresentanti delle Istituzioni impegnati a porre un argine a questo virus”. Un pensiero particolare, poi, il cardinale lo rivolge “ai vescovi, ai sacerdoti, ai religiosi e alle religiose, ai laici che non hanno mai smesso di testimoniare il volto bello e creativo delle nostre Chiese” .

28436 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni