Da ormai qualche giorno circolano in rete varie "ricette" per realizzare in casa i disinfettanti per le mani in sostituzione di prodotti andati a ruba come l'Amuchina. Ricette che, però, risultano sia essere pericolose per chi prova a prepararle che inutili per la difesa contro il coronavirus. Non tutte le ricette che circolano danno vita a prodotti efficaci – ad esempio a causa della bassa concentrazione delle sostanze disinfettanti -, mentre in altri casi si rischia di confondere l'acqua bollita con l'acqua che bolle, col rischio di essere investiti da esalazioni in grado di intossicare e in determinati casi persino uccidere. Anche l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha diffuso un messaggio contro i disinfettanti fai da te: "Non è consigliabile".

In realtà esistono due ricette "ufficiali" dell'OMS per preparare un'alternativa ai gel disinfettanti commerciali, ma come spiega l'ISS "prevedono l’utilizzo di sostanze pericolose sia dal punto di vista degli effetti per la salute umana che dal punto di vista dei pericoli fisici". La nota prosegue: "Sulla base delle caratteristiche di pericolo delle sostanze previste nelle due ricette non è consigliabile preparare in casa i prodotti anche in considerazione del fatto che le sostanze di partenza devono rispondere a precisi standard di qualità" spiega l'Istituto.

ISS: "I disinfettati devono rispettare gli standard"

Questo anche perché tutti i disinfettanti devono essere autorizzati e approvati prima di poter essere venduti. "Tutti i prodotti che vantano in etichetta un’azione “disinfettante” sono autorizzati come Presidi Medico Chirurgici (PMC) sul territorio nazionale dal Ministero della Salute previa valutazione della loro efficacia e sicurezza da parte dell’Istituto Superiore di Sanità" spiega la nota. "Sulla base di tali indicazioni il produttore ha l’obbligo di predisporre un’etichetta che riporti i componenti costitutivi del prodotto, nonché i pericoli associati al suo utilizzo e i relativi consigli di prudenza".

In questo caso però è importante non provare a riprodurre i gel che troviamo in commercio. L'errore peggiore che si può fare è infatti quello di seguire alla lettera gli ingredienti riportati sulle etichette dei prodotti disinfettanti per provare a ricrearli; si rischia seriamente di arrecare danni a sé stessi e alle persone vicine, creando intrugli tossici ed esalazioni potenzialmente fatali. Meglio affidarsi ai disinfettanti in commercio che, dopo essere andati a ruba, stanno tornando sugli scaffali di negozi e farmacie.

Quanto dura l’emergenza secondo Ilaria Capua

Per quanto tempo ancora proseguirà l'emergenza legata alla diffusione del Coronavirus nel mondo e in Italia? Secondo la virologa Ilaria Capua, "fino almeno a primavera inoltrata". "Sulla sindrome simil-influenzale causata da Coronavirus ci sono pareri discordanti perché questo virus fino a 3 mesi fa era in un pipistrello in Cina. Abbiamo pochi dati, una situazione in evoluzione ed un virus pressochè sconosciuto. Mi pare il minimo" ha scritto la virologa sul proprio profilo Twitter.