"Sto abbastanza bene, il peggio è già passato. Spero che tutto proceda per il meglio". Sono le parole del dermatologo del Policlinico di Milano, che è risultato positivo al Coronavirus ed è ricoverato all'ospedale Sacco di Milano.

Sta meglio il dermatologo positivo al Coronavirus

Il medico 50enne, secondo quanto scrive l'AdnKronos riportando le parole di chi ha potuto sentirlo in ospedale, sarebbe in miglioramento. "Quando ho avvertito i primi sintomi, mi sono presentato al Sacco", ha riferito, "perché già temevo che fosse qualcosa di meno di banale di una semplice influenza". Aveva viaggiato per partecipare ad alcuni convegni in Europa, in Germania e in Grecia, ma sempre "in zone non a rischio".

L'assessore Gallera: Situazione gestita bene

Il dermatologo era ricoverato all'ospedale Sacco da una settimana per una polmonite ed era stato sottoposto al tampone. "Sta bene", ha confermato anche l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, in collegamento con il Tg La 7 . "Tutti i contatti diretti sono stati individuati subito e messi sotto osservazione in isolamento. La situazione è governata bene", ha rassicurato l'assessore.

Il bilancio dell'emergenza

Il numero dei contagi intanto ha raggiunto i 172 casi nella sola Lombardia, mentre in tutta Italia sono oltre 220. Sette finora le persone decedute, tutti anziani già malati e che presentavano già un quadro clinico compromesso. Hanno perso la vita un uomo in Veneto a Vo' Euganeo, Adriano Trevisan, e altre cinque persone in Lombardia. In Lombardia le vittime sono Angela Denti Tarzia, 68 anni, di Trescore Cremasco, deceduta all'ospedale di Crema. Giovanna Carminati, una pensionata di Casalpusterlengo. Un decesso è stato registrato all'ospedale di Bergamo. Si tratta di un anziano di Villa di Serio. Un altra vittima è un 88enne  originario di Caselle Landi (Lodi), ma che viveva da tempo a Codogno. Gli ultimi casi sono quelli di un paziente 80enne deceduto all'ospedale  Sacco di Milano e di un 62enne di Castiglione d'Adda morto a Como.