Covid 19
13 Marzo 2020
13:20

Covid-19, arrivano più mascherine per medici e operatori sanitari

La bozza del decreto contenente le misure economiche per fronteggiare l’emergenza Coronavirus prevede anche lo stanziamento di risorse per acquistare più mascherine da fornire prioritariamente a medici e personale sanitario. Invitalia, in particolare, è autorizzata a erogare finanziamenti alle imprese produttrici di dispositivi come le mascherine.
A cura di Stefano Rizzuti
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Aumentare la produzione delle mascherine per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. È questo uno degli strumenti messi in campo dal governo con il decreto economico, da alcuni ribattezzato come decreto Salva Italia, per far fronte all’epidemia da Covid-19. L’articolo 5 della bozza del provvedimento che circola in queste ore prevede incentivi per la produzione e la fornitura di dispositivi medici. Invitalia viene autorizzata “a erogare finanziamenti mediante contributi a fondo perduto e in conto gestione, nonché finanziamenti agevolati, alle imprese produttrici di tali dispositivi”. Indicazione a cui attenersi sarà quella di effettuare queste operazioni basandosi sui valori di mercato correnti al 31 dicembre 2019.

Coronavirus, più mascherine per medici e operatori sanitari

I dispositivi di protezione individuale, a partire dalle mascherine quindi, saranno “forniti in via prioritaria ai medici e agli operatori sanitari”, sulla base di quanto si legge nel decreto. Secondo quanto si spiega nella relazione illustrativa di questa misura, Invitalia viene autorizzata a erogare finanziamenti a fondo perduto, contributi in conto gestione e finanziamenti agevolati alle imprese che producono dispositivi di protezione individuale e medicali. I finanziamenti potranno essere erogati “anche alle aziende che forniscono mascherine chirurgiche, nonché mascherine prive del marche CE, previa valutazione da parte dell’Istituto superiore di sanità”. Al momento si ipotizza una spesa pari a circa 50 milioni di euro.

Le mascherine anche nelle strutture di sanità militare

Un altro articolo della bozza del decreto prevede il potenziamento delle strutture della sanità militare, con un investimento complessivo da circa 35 milioni di euro, in cui rientrano anche gli acquisti dei dispostivi medici necessari. In particolare, per quanto riguarda l’approvvigionamento dei macchinari e dei materiali per la produzione di dispositivi di protezione – come sono le mascherine, le tute e gli occhiali – il decreto prevede una spesa di 1,5 milioni di euro.

29789 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni