"Sto vivendo un incubo. Sono convinta che Benno sia innocente". Così la fidanzata di Benno Neumair, l'insegnante di fitness indagato con l'accusa di averucciso e fatto sparire i genitoriPeter e Laura. Proprio a casa della ragazza il trentenne avrebbe trascorso la notte della scomparsa della coppia, per poi rincasare solo l'indomani. Benno, ultimo ad aver visto i genitori in vita nella villa di Bolzano, è indagato a piede libero e ospite di alcune amici che gli hanno offerto appoggio dopo che la villa di famiglia era diventata oggetto di numerose perquisizioni. Attraverso i suoi legali, il 30enne continua a professarsi innocente. Quanto alla famiglia dei coniugi scomparsi, non ci sono state prese di posizione nette.

"Non sono sorpreso che mio nipote sia indagato –  dice Günther Neumair, fratello di Peter, a Il Corriere dell'Alto Adige – Siamo dentro questo incubo da due settimane ed è una delle possibilità che ci aspettavamo". Anche Madé Neumair, sorella di Benno e figlia di Peter e Laura ha detto di non essere sorpresa del fatto che le indagini si siano spostate sul fratello. Benno, infatti, viveva con i genitori nella villa di Bolzano da dove sono scomparsi ed è l'ultimo ad averli visti, la sera del 4 gennaio scorso. La denuncia di scomparsa è stata sporta proprio da lui, l'indomani, intorno alle 4 del pomeriggio. Solo l'indomani, secondo la ricostruzione fornita dall'insegnante, si sarebbe accorto dell'assenza dei genitori.

Peter Neumair e Laura Perselli
in foto: Peter Neumair e Laura Perselli

In queste ore alcuni testimoni hanno riferito di tensioni e dissapori che avrebbero caratterizzato la vita di Neumair. Secondo Il Corriere dell'Alto Adige, il 30enne aveva problemi con i colleghi e avrebbe addirittura minacciato un'altra insegnante davanti alla classe.