4.474 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
18 Marzo 2022
07:32

Ci sono già mille militari italiani “operativi” per il conflitto Russia – Ucraina

Il nuovo quadro degli impieghi dell’Arma italiano illustrato dal capo di Stato maggiore, Luca Goretti, in audizione al Senato davanti alle commissioni Difesa di palazzo Madama e Montecitorio.
A cura di Biagio Chiariello
4.474 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Sono oltre mille i militari dell’Aeronautica impegnati per la guerra in Ucraina. È stato il capo di Stato maggiore dell’Aeronautica, Luca Goretti, ieri in audizione al Senato davanti alle commissioni Difesa di palazzo Madama e Montecitorio, a svelare per la prima volta i dati dell’impegno dell'esercito italiano nel conflitto in atto nel Paese dell'Est Europa. "Abbiamo rafforzato gli assetti per le attività di difesa dei cieli della Nato. Sono stati messi a disposizione assetti per il trasporto aereo, il rifornimento in volo, il comando e controllo, l’Isr3 (intelligence, surveillance e reconnaissance) e il personnel recovery" ha spiegato, come riporta Il Sole 24 Ore.

Quanti sono i militari già impegnati nella guerra in Ucraina

Questi i numeri: "70 militari impegnati stabilmente in Romania per la difesa dello spazio aereo Nato. Si affiancano altri 170 per le missioni di supporto e la gestione complessa dell’attività di volo presso il Coa, comando delle operazioni aerospaziali" dice Goretti. A questi va aggiunto il personale in fase di approntamento impegnato nei contingenti Nato VJTF (Very high readiness joint task force) e IFFG (Initial follow-on forces group) per ulteriori 700 unità". In questo modo ci sono "più di mille militari dell’Aeronautica" impegnati per la guerra in Ucraina.

Le spese militari dell'Italia

Secondo i dati del SIPRI di Stoccolma (Istituto di studi sulla Pace tra i più prestigiosi al mondo), le spese militari sono stimate complessivamente in 1.981 miliardi di dollari. L'Italia, stando a questi dati, nel 2020 ha portato una spesa di oltre 28 miliardi (top 5 europea e all’undicesima posizione globale dove svettano gli USA con oltre 766 miliardi di dollari), con un incremento notevole rispetto all’anno precedente: l'1.57% del Pil, pari a 478 dollari a testa. Un ulteriore aumento è previsto per il 2024 con lo stanziamento che passerà al 2% del Pil, in linea con gli accordi presi con la Nato.

4.474 CONDIVISIONI
2598 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni