561 CONDIVISIONI
Omicidio Alessandra Zorzin a Montecchio Maggiore
16 Settembre 2021
08:29

Chi era Marco Turrin, killer di Alessandra Zorzin: nel 2005 uno strano incidente con la pistola

Alessandra Zorzin, mamma di 21 anni, è stata uccisa con un colpo di pistola al volto mercoledì a Montecchio Maggiore (Vicenza). In serata l’uomo ricercato per il delitto, una guardia giurata padovana, si è suicidato in auto. Si tratta di Marco Turrin. Il movente dell’omicidio non è ancora chiaro.
A cura di Susanna Picone
561 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Alessandra Zorzin a Montecchio Maggiore

Un solo colpo al volo, sparato da vicino, togliendole ogni possibilità di salvarsi. Così nella giornata di ieri è stata uccisa Alessandra Zorzin, 21 anni, sposata e mamma di una bambina di 2 anni. L’ennesimo femminicidio si è consumato a Montecchio Maggiore, nel Vicentino, e il sospetto killer – un uomo ricercato per tutta la giornata – in serata si è tolto la vita. Si tratta di Marco Turrin, guardia giurata padovana di 38 anni. Turrin si è suicidato nella sua auto, in zona Vicenza Ovest, stretto dalle ricerche delle forze dell’ordine. Dell’uomo, sulla base di alcune testimonianze, i carabinieri hanno saputo che era un frequentatore abituale della casa della vittima. Avrebbe avuto una pistola per ragioni di lavoro. Il movente dell’omicidio non è ancora chiaro. Anche del passato di Turrin per il momento si sa poco: è emerso però che nel 2005 era finito al centro delle cronache per un fatto legato a un’arma da fuoco. Aveva 23 anni quando, in auto con la fidanzata nel Padovano, dalla pistola di ordinanza, probabilmente sistemata senza sicura, partì un colpo che lo ferì di striscio. Una vicenda che non è stata mai del tutto chiarita.

Le urla e lo sparo, Alessandra trovata senza vita dal marito

Ieri, secondo quanto ricostruito finora, con tutta calma l’assassino di Alessandra è uscito dalla casa dopo il delitto, è risalito nell'auto che aveva lasciato nel piazzale davanti l'abitazione della vittima nella frazione Valdimolino e si è dato alla fuga. “L'ho visto andare via, camminava con andatura normale, non di fretta, come se nulla fosse accaduto”, ha detto la titolare di una trattoria. Tutto è accaduto intorno alle 11 di mattina: la giovane vittima era sola in casa, non era andata nel negozio di parrucchiere di Vicenza dove lavora e la figlioletta era al nido. I vicini di casa hanno detto di aver sentito delle urla, poi un rumore sordo. Quindi il tentativo di avvisare il marito di Alessandra, dato che la giovane donna non apriva la porta. È stato lui a trovare la giovane donna senza vita nel letto. La coppia viveva da un anno e mezzo a Montecchio Maggiore.

561 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni