Una storia di degrado, bullismo e violenza è diventata virale in rete. Un quindicenne di Catania è stato denunciato dalla polizia postale e delle comunicazioni della città siciliana per avere schiaffeggiato e insultato un coetaneo disabile. L'episodio è stato ripreso con un telefonino e il video è stato poi pubblicato su Facebook. Durante l'aggressione compiuta dal minorenne gli altri amici che erano con lui riprendevano la scena e ridevano.

L'adolescente è indagato per percosse. L'indagine è stata avviata dagli agenti a seguito della segnalazione di un video postato su diversi gruppi Facebook in cui un ragazzo disabile veniva schiaffeggiato da un coetaneo e deriso da altri. L'autore della bravata è stato convocato negli uffici della polizia postale, accompagnato dai suoi genitori, ha ammesso la propria responsabilità cercando di sminuire la vicenda che è stata descritta come un semplice ‘scherzo'. Le indagini della polizia sono state estese anche all'autore del video e a colui che lo ha divulgato in rete. La posizione dell'indagato è adesso al vaglio dei magistrati della procura presso i minorenni di Catania.

Dal monitoraggio della polizia postale sembra che il filmato non sia piu' online. Gli investigatori invitano gli utenti a segnalare la presenza di video di violenze su minorenni, evitandone la divulgazione che potrebbe costituire reato.