9 Febbraio 2021
16:12

“Casteller solo un carcere per gli orsi”, blitz di attivisti diffonde foto delle gabbie in Trentino

Con un blitz all’interno della struttura per fotografare e riprendere le gabbie, gli attivisti della campagna StopCasteller hanno denunciato quanto sta accadendo in Trentino nell’aria dove sono rinchiusi i tre orsi chiamati DJ3, M49 e M57, catturati nella provincia di Trento. “Gli orsi siano abbandonati in spazi angusti, costretti in un buco di acciaio e cemento” spiegano gli attivisti.
A cura di Antonio Palma

"In barba alle tante definizioni di benessere e sostenibilità che quest’area si è data, il Casteller non è che un carcere per gli orsi" così, dopo un blitz all'intenro della struttura per fotografare e riprendere le gabbie, gli attivisti della campagna StopCasteller hanno denunciato quanto sta accadendo in Trentino nell'aria dove sono rinchiusi i tre orsi chiamati DJ3, M49 e M57, catturati nella provincia di Trento. "Non serve spendere molte parole perché le immagini nella loro durezza parlano da sole, sono un vero pugno nello stomaco" hanno commentato gli autori del blitz che sono riusciti a forzare il recinto esterno e documentare le condizioni di vita degli orsi rinchiusi su ordine dell’amministrazione provinciale

"Il breve video dimostra come gli orsi siano abbandonati in spazi angusti, In ogni caso, documenta quanto era già noto dopo la relazione redatta dai carabinieri del CITES lo scorso 21 settembre, una relazione in cui si denunciava la totale incompatibilità della struttura detentiva con il benessere dei tre orsi rinchiusi, che infatti manifestavano comportamenti autolesionisti e stereotipati, prontamente “trattati” con la somministrazione sistematica di psicofarmaci e tranquillanti" aggiungono gli attivisti, sottolineando il fato chele immagini smentiscano quanto aveva dichiarato l’Assessora Zanotelli secondo cui gli orsi sarebbero stati in letargo. "Animali che, liberi, sono soliti percorrere moltissimi km ogni giorno, sono costretti in un buco di acciaio e cemento: e ci vuole una bella fantasia e una discreta mancanza di vergogna a definire quella cella “tana" attaccano gli attivisti.

Assessore : "Gli orsi chiusi al Casteller erano problematici"

Le immagini degli orsi in anguste e strette gabbie riaccende  la polemica in Trentino dove  da mesi ci sono manifestazioni , proteste e anche ricorsi in tribunale contro la detenzione dei tre orsi. "Noi mettiamo solo in pratica quanto stabilito dalla legge e dal Pacobace. Gli orsi chiusi al Casteller erano problematici. In qualsiasi altra parte del mondo sarebbero stati abbattuti" si è giustificato di recente Giulia Zanotelli, assessore all’Agricoltura e foreste della provincia autonoma. La stessa provincia che ora minaccia azioni legali contro il blitz.

Provincia di Trento: "blitz è illecito penale, denunciamo all’autorità giudiziaria"

"L'azione dei quali si commenta da sola. Intromettersi abusivamente in una proprietà privata con divieto di accesso, arrecando danni alle strutture della stessa, comporta illeciti penali con la denuncia all’autorità giudiziaria e l’adozione dei conseguenti atti" fanno sapere dall'ente locale, aggiungendo: "Giova ricordare per l’ennesima volta l’inutilità della protesta in atto, essendo tecnicamente (si veda il recente Rapporto di Ispra e Muse) e giuridicamente non possibile in alcun modo procedere alla liberazione in natura di orsi oggetto di captivazione".

Di Maio minacciato dall'Isis, Al Naba diffonde sua foto: "Proclameremo califfato con le pallottole"
Di Maio minacciato dall'Isis, Al Naba diffonde sua foto: "Proclameremo califfato con le pallottole"
Di Maio minacciato dall’Isis, Al Naba diffonde sua foto: “Proclameremo califfato con le pallottole”
Di Maio minacciato dall’Isis, Al Naba diffonde sua foto: “Proclameremo califfato con le pallottole”
16 di Videonews
Previsioni meteo 15 novembre: inizio settimana all'insegna del maltempo, temporali da Nord a Sud
Previsioni meteo 15 novembre: inizio settimana all'insegna del maltempo, temporali da Nord a Sud
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni