L'incontro tra la mamma di Mauro Romano e lo sceicco Mohammed Habtoor ci sarà. È quanto conferma all'Adnkronos l'avvocato della famiglia del bimbo, Antonio Maria La Scala. "Ci sarà l'incontro, magari in modalità virtuale", tra Bianca Colaianni e lo sceicco che vive a Dubai, ha detto l’avvocato aggiungendo che “ovviamente non c'è una data, né tantomeno un luogo”. Secondo l’avvocato, “si sta lavorando tramite intermediari per renderlo possibile, anche senza di me”. "Occorre tranquillizzare gli animi visto il clamore mediatico, non voluto da noi, che ultimamente ha arroventato il clima”, ha detto ancora La Scala.

Il bambino sparito a 6 anni nel 1977 a Racale
in foto: Il bambino sparito a 6 anni nel 1977 a Racale

Da diversi anni, almeno dal 2006, la mamma di Mauro Romano guardando alcune foto sui giornali del giovane e ricco imprenditore ha notato somiglianze con il suo bambino, in particolare due cicatrici su una mano e sul volto. Lo sceicco, che già da tempo ha negato di essere il bambino scomparso nel 1977 da Racale (Lecce) all’età di 6 anni e lo ha ribadito di recente, in passato aveva invitato la donna a un incontro a Dubai che però non si è più realizzato, nonostante i tentativi della famiglia di Mauro di concretizzarlo. Tramite un avvocato italiano lo sceicco ha anche detto di recente che non intende sottoporsi alla prova del dna.

"L'imprenditore avrebbe voluto un po' più silenzio e ha perfettamente ragione – ha spiegato l'avvocato La Scala – ma c'è una madre che ha visto dei segni di riconoscimento e che legittimamente avrebbe voluto sapere se era lui o meno. Sappiamo bene che hanno sempre detto, sia lo sceicco che suo padre, che non è lui ma almeno l'incontro, magari una video call in maniera riservata, chiesto dalla madre, confusa e smarrita, che peraltro in alcune foto nota delle forti somiglianze e in altre no, si può fare".