I resti di due donne, sorelle gemelle, sono stati trovati in un'abitazione di Bussoleno, in provincia di Torino. Nessuno aveva più notizie di loro da tempo. E così, nel pomeriggio di oggi, martedì 26 maggio, su segnalazione di alcuni vicini i vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Susa sono entrati nell'abitazione in strada Susa, non distante dalla stazione ferroviaria, in cui le due donne nubili e senza parenti vivevano da sole. Nella casa è stato avviato un sopralluogo al quale hanno poi partecipato anche i Sis, i nuclei investigativi dei carabinieri per le indagini scientifiche, e il medico legale, per verificare le cause del decesso.

I militari nel primo pomeriggio hanno trovato il corpo di una donna ridotto a scheletro. Verso le 18,30 è stato trovato il corpo dell'altra sorella. Sul posto anche il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Francesco Rizzo. I carabinieri dovranno ora stabilire come le gemelle, che non risultano avere parenti stretti, sono morte.

L’abitazione delle due donne si trova in zona Isolabella, tra il centro del paese e frazione Foresto. Secondo alcuni testimoni le due donne "vivevano isolate dal resto del paese, non avevano molti amici o conoscenti". Da giorni, a Bussoleno, nessuno le aveva più viste, come scrive La Stampa. Il primo corpo, ridotto a uno scheletro, è stato trovato in camera letto, supino sul pavimento. Il secondo cadavere della sorella gemella era riverso in terra in cucina.