Inquietante episodio nelle scorse ore a Quartu Sant'Elena, nella città metropolitana di Cagliari, dove ignoti hanno fatto esplodere una bomba sul retro del palazzo del Municipio che ha causato danneggiamenti alla parte esterna dell’edificio pubblico. La deflagrazione è avvenuta durante la notte appena trascorsa, poco prima delle 4 di giovedì 22 ottobre, svegliando di soprassalto e mettendone in allarme molti residenti della zona. La bomba, che dai primi rilievi della polizia sembra di produzione artigianale, è stata piazzata su un muretto in via Venezia e ha danneggiato in particolare la recinzione del Municipio di Quartu Sant'Elena mentre le schegge di cemento volate via hanno infranto una vetrata e una tapparella.

A rendere l’episodio ancora più allarmante il fatto che l'episodio sia avvenuto a pochissimi giorni dalle elezioni comunali che si svolgeranno nella cittadina sarda dell'hinterland di Cagliari il 25 e 26 ottobre per eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il consiglio comunale. Inoltre cinque anni fa, sempre poco prima del voto, nello stesso Municipio era stata piazzata una bomba simile, di medio potenziale, davanti alla finestra dell'ufficio protocollo che aveva fatto gli stessi danni. Fortunatamente l'esplosione non ha causato feriti ma solo danni. Dopo l’allarme, sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono intervenuti gli agenti di polizia del Commissariato di Quartu e gli uomini della Digos di Cagliari ma anche gli agenti del nucleo artificieri e gli specialisti della Scientifica del capoluogo sardo che hanno recuperato i resti dell'ordigno che saranno ora analizzati.