news

Bimba di 8 mesi diventa strabica, condannati i genitori: “Gravi lesioni dovute alle loro percosse”

Due genitori sono stati condannati a Bolzano a tre anni di reclusione con rito abbreviato per aver scosso ripetutamente e violentemente la figlia di appena 8 mesi di vita provocandole l'indebolimento permanente della vista ed in particolare uno strabismo. I due l'avrebbero scossa a tal punto da causare emorragie cerebrali e retiniche tipiche della sindrome nota a livella medico come "shaken baby", che in inglese significa letteralmente "bambino scosso".
A cura di Ida Artiaco

L'hanno percossa ripetutamente e con talmente tanta violenza che le hanno provocato gravi lesioni, da cui a loro volta è derivato l'indebolimento permanente della vista ed in particolare uno strabismo. Sono stati condannati entrambi a tre anni di reclusione, uno in più rispetto a quanto chiesto dalla Procura, con rito abbreviato i genitori di una bambina che a 8 mesi è diventata strabica. La decisione è stata presa dalla giudice bolzanina Carla Scheidle: l'accusa per la coppia, lui cinquantenne e lei di 34 anni, è di lesioni personali aggravate in concorso tra loro. I due avrebbero infatti provocato alla bambina, scuotendola violentemente e ripetutamente, delle emorragie cerebrali e retiniche tipiche della sindrome nota a livella medico come "shaken baby", che in inglese significa letteralmente "bambino scosso".

La piccola ha oggi 5 anni, ma i fatti si sarebbero svolti quando aveva meno di un d'età. Era il 2017 quando i genitori si videro costretti a trasportare la figlioletta d’urgenza in ospedale a Bolzano, dove dissero che la bimba era caduta dal letto. Ma dopo due notti di ricovero il padre firmò una dichiarazione di responsabilità per riportare a casa la piccola contro il parere dei sanitari. Un successivo ricovero della bimba, per l'insorgere di uno strabismo, consentì gli accertamenti che hanno poi condotto al procedimento penale. Ancora oggi la bambina è affetta da strabismo proprio a seguito di quanto successo.

La Sindrome del bambino scosso è una delle forme più gravi di maltrattamento fisico del neonato e del lattante, rappresentando la prima causa di morte per abuso. La maggior parte dei casi si verifica nel primo anno di vita, con una maggior frequenza nei primi sei mesi. Si verifica quando con un violento scuotimento il bambino sviluppa un possibile trauma cerebrale e conseguenti complicanze neurologiche. Molto spesso questa forma di maltrattamento è conseguente a pianto inconsolabile, non tollerato dai genitori, proprio come in questo caso.

CONTINUA A LEGGERE SU FANPAGE.IT

Organizzano spedizione punitiva: minacciati, picchiati e rapinati due ragazzi stranieri
Medico aggredito a Chioggia perché nero, Nelson Yontu: "Non lascio il lavoro per la rabbia di pochi"
Ostia, sei arresti per rapina, lesioni, sequestro multiplo ed estorsione
Niente più processo per Fedez: l'ex vicino di casa ritira la querela per lesioni
Ingoia la batteria a bottone del telecomando: troppe lesioni interne, Harper muore a 2 anni
"Mi ha stuprata": cameriera taglia il pene al suo capo con un coltello da cucina
Picchia la fidanzata incinta, gruppo di adolescenti lo insegue, lo investe e lo uccide a bastonate
Denise Pipitone, ira della mamma Piera Maggio contro Quarto Grado: "Squallore vergognoso"
Il calvario di Daniela, morta a 37 anni e con tre tumori dopo aver chiesto il suicidio assistito