Multato dalle forze dell'ordine per inosservanza delle norme anticontagio previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri perché nella busta della spesa aveva solo tre bottiglie di vino. È quanto accaduto a un cittadino piemontese residente a Vigliano, in provincia di Biella, suo malgrado incappato in uno dei tanti controlli  disposti in questi giorni in tutta Italia per far rispettare le misure anticontagio imposte a causa dell'emergenza coronavirus. L'uomo infatti è stato fermato domenica mattina a un posto di blocco effettuato dagli uomini di una volante dei carabinieri che gli hanno chiesto i motivi dello spostamento e il relativo modulo di autodichiarazione.

Quando l'uomo ha spiegato di essere uscito di casa per andare a fare la spesa, mostrando il contenuto della busta, i militari dell'arma hanno deciso di sanzionarlo ritenendo l'acquisto del solo vino non un valido motivo per andarsene in giro. L'uomo infatti pare sia entrato nel supermercato della zona uscendone solo con le bottiglie di vino, bevanda che i carabinieri non hanno considerato come una necessità impellente. In pratica, secondo i carabinieri, il comportamento dell'uomo è stato doppiamente non appropriato in quanto è uscito senza necessità e si è spostato in bici pur potendo spostarsi a piedi. "Non conta l'importo della spesa, si può acquistare anche solo un po' pane, della carne, o dell'acqua, ma tre bottiglie di vino non possono certo essere considerate una necessità" hanno sottolineato i carabinieri.

In tutta Italia intanto proseguono i controlli inerenti le misure urgenti per il contenimento della diffusione del coronavirus. Nella sola giornata di domenica sono state 156.962 le persone controllate e 6.623 quelle sanzionate. Denunciate per Falsa attestazione 58 persone, altre 29 invece per inosservanza del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione o dimora per le persone in quarantena perché risultate positive al virus