Attimi di paura nelle scorse ore in una scuola materna della Marche quando alcuni bambini hanno iniziato ad accusare diversi malori contemporaneamente mettendo in allarme maestre e personale scolastico. Dai primi rilievi a causare i malori nei piccoli sarebbe stato un malfunzionamento della caldaia dell’istituto scolastico. Probabilmente una fuga di gas o di monossido di carbonio. L’episodio è avvenuto nella tarda mattinata di oggi, giovedì 7 gennaio, nella scuola d'infanzia di Comunanza, cittadina della provincia di Ascoli Piceno. Tutto è partito dal malore di uno dei piccoli che si trovava nell’istituto che ospita bimbi tra i 3 e i 5 anni di età.

A lanciare l’allarme è stato lo stesso personale scolastico con una chiamata di emergenza al 118 che segnalava un bimbo svenuto in classe intorno alle 11.30 di oggi. Quando i primi sanitari son accorsi sul posto per assistere il piccolo, si sono accorti che anche gli altri bambini mostravano segni evidenti di torpore ed è scattato un campanello di allarme. Tutti i piccoli sono stati evacuati e messi in sicurezza insieme a tutti gli altri presenti e nel frattempo sono stati allertati i vigli del fuoco. I pompieri accorsi poco dopo hanno confermato che nell'edificio c'era stata una perdita dalla caldaia usata per il riscaldamento rivelando preoccupanti concentrazioni di monossido di carbonio in alcuni ambienti.

I piccoli fortunatamente si sono tutti ripresi senza conseguenze a lungo termini, compreso il primo che era svenuto. Alcuni di loro a scopo precauzionale sono stati accompagnati dai genitori al pronto soccorso dell'ospedale Mazzoni di Ascoli ma le loro condizioni non destano preoccupazione. Sul caso indagano ora i carabinieri della locale stazione e gli uomini del servizio di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (Spsal).