Khrystyna Novak, 29 anni, ha fatto perdere le sue tracce dopo l'arresto del compagno. A casa, a Orentano (Pisa) ha lasciato i documenti e la borsa, ma di lei non ci sono notizie da circa dieci giorni, dopo che la polizia ha effettuato l'arresto del compagno, trovato in possesso di droga, e perquisito l'abitazione della ragazza. Nei giorni successivi la madre della ragazza, che vive in Ucraina, ne ha denunciato la scomparsa, lanciando un appello a chiunque avesse notizie utili al ritrovamento. La ragazza viveva in Italia da circa tre mesi con un permesso turistico.

Secondo la madre della ragazza è difficile credere che Khrystyna possa essersi allontanata volontariamente lasciando la borsa con i documenti all'interno della villetta in cui viveva il compagno e che ora è sotto sequestro. Del caso si è interessata anche la trasmissione "Chi l'ha visto?". "La madre di Khrystyna, la signora Inna – spiega Rada, un'amica di Khrystyna che vive a Brescia  – era rimasta sconvolta quando Khrystyna le aveva raccontato quello che era successo, non immaginava che l’uomo che aveva fatto alla figlia anche la proposta di matrimonio, nascondesse certi affari. La loro relazione, mi ha detto Inna, era una cosa seria. Ma la figlia dopo quel fatto era molto turbata". "Ha il cellulare spento, i suoi profili social non mostrano aggiornamenti, la borsa con i documenti è stata trovata in casa dalla polizia quando ha fatto accertamenti nell’abitazione dopo la segnalazione della scomparsa – aggiunge Rada – io sto cercando di aiutare questa famiglia che non può muoversi dall’Ucraina a causa del Covid. Faccio quello che posso da Brescia, dove abito. Speriamo di ritrovarla".