Si svolgeranno in forma strettamente privata i funerali di Andrea Camilleri, lo scrittore, drammaturgo e autore teatrale e televisivo che si è spento nelle scorse ore all'età di 93 anni. Noto al grande pubblico soprattutto per essere il papà del Commissario Montalbano, la fortunata serie di romanzi gialli che ha avuto altrettanto successo nella trasposizione televisiva con Zingaretti, Andrea Camilleri era malato da tempo tanto da aver perso anche la vista negli ultimi anni di vita ma era rimasto sempre lucido fino all'ultimo quando a causa dell'aggravarsi delle condizioni di salute era stato ricoverato d'urgenza. Era stato portato nel reparto di Rianimazione del Santo Spirito di Roma in seguito ad un arresto cardiaco esattamente un mese fa, il 17 giugno. Da quel momento è rimasto sempre in un letto d'ospedale senza mai più riprendere conoscenza. Già dall'inizio del ricovero i medici avevano definito le sue condizioni molto critiche dando poche speranze. Da quel giorno Camilleri infatti è ristato in prognosi riservata "con supporto respiratorio meccanico e supporto farmacologico". Una lunga agonia durata un mese e conclusa con la morte avvenuta oggi mercoledì 17 luglio.

"Non ho paura di niente, nemmeno della morte" aveva detto inun intervista, spiegando: "Con la morte ci rispettiamo, nella vita c’è anche la morte, accoglierla come un atto dovuto è saggezza. Non ho rimpianti, ho avuto una vita fortunata, ho fatto quello che volevo, sono felice di avere pronipoti e felice di aver vissuto". Il decesso dello scrittore è stato registrato dai medici dell'ospedale capitolino alle ore  08.20 di questa mattina come hanno segnalato dell'Asl Roma 1 comunicando la morte di Andrea Camilleri. Dalla stessa Azienda sanitaria hanno rivelato che non ci sarà alcuna data pubblica per i funerali dello scrittore. Per volontà dello stesso Camilleri, infatti, le esequie saranno svolte in forma strettamente riservata ai parenti. Ai suoi tantissimi estimatori verrà solo comunicato dove portare un ultimo omaggio.  "Per volontà del Maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio" si legge nel comunicato diffuso dall'asl.