5.972 CONDIVISIONI
Covid 19
2 Settembre 2020
15:50

Amelia sconfigge il Covid a 108 anni: “Dopo spagnola e febbre gialla, traguardo indescrivibile”

La storia incredibile di Amelia Zito, che a 108 anni è riuscita a sconfiggere il Coronavirus dopo essere sopravvissuta all’influenza Spagnola, alla Seconda Guerra Mondiale e alla febbre gialla. In occasione della sua guarigione, gli ospiti e gli operatori della residenza per anziani di Genova, dove vive da quasi 10 anni, le hanno organizzato una festa: “Il traguardo che ci riempie di indescrivibile gioia è quello di oggi, quello dove tu con la forza dei grandi sei arrivata ai tuoi 108 anni”.
A cura di Ida Artiaco
5.972 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo essere sopravvissuta all'influenza Spagnola, alla Seconda Guerra Mondiale e alla febbre gialla, Amelia Zito è riuscita a sconfiggere anche il Coronavirus alla veneranda età di 108 anni. La signora, ex ginecologa, che da quando ha spento le 100 candeline è un'ospite dalla residenza per anziani Vapolcevera di Genova, dopo diversi tamponi che continuavano a segnalare una lieve infezione, ora è finalmente guarita. Una vittoria importante, che andava celebrata. Per questo, gli ospiti e gli operatori della rsa dove vive hanno organizzato una festa in suo onore. La storia di Amelia è stata raccontata dal quotidiano Il Giornale, edizione di Liguria e Piemonte. "Abbiamo assecondato ogni suo volere – ha raccontato il gestore della residenza, Ubaldo Borchi – come quel compleanno dei 103, quando aveva chiesto di salire in moto e fare un giro per Pontedecimo o quello dei 105, quando per regalo aveva voluto fare un giro di trattore. Fino ad arrivare ai 106 quando alla residenza è andato il sindaco Marco Bucci a farle gli auguri e imboccarla per mangiare la torta".

Classe 1912, Amelia nel corso della sua lunga vita ha sconfitto la pandemia di Spagnola, ha superato indenne la Prima e la Seconda Guerra Mondiale ed anche la febbre gialla. Laureata in Medicina, ostetrica e ginecologa, ha fatto nascere oltre quattromila bambini. Lei stessa ha avuto cinque figli, a cui pure è riuscita a sopravvivere. Ama il ballo e finché ha potuto è andata nella sua casa di Chianciano dove incontrava spesso le sue amiche più care, tra cui le allora giovanissime Orietta Berti e Gigliola Cinquetti. La cura di sé, la dieta mediterranea e la semplicità sono i segreti della sua lunga vita. "Il traguardo che ci riempie di indescrivibile gioia è quello di oggi, quello dove tu con la forza dei grandi sei arrivata ai tuoi 108 anni – è l’augurio della Residenza Valpolcevera -. E poiché a te le cose facili non sono mai piaciute ci sei arrivata dopo due guerre mondiali, l’influenza spagnola, la febbre gialla e sconfiggendo anche il Covid-19 che pensava, vista la tua età, di avere facile vittoria ma non aveva fatto i conti con Amelia. Auguri Amelia e grazie per tutto quello che ci hai regalato ed insegnato in questi 10 anni".

5.972 CONDIVISIONI
28173 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni