Allarme per un focolaio di Coronavirus a Corleone, dove sono stati registrati otto casi positivi tra persone che avevano partecipato a un matrimonio con centinaia di invitati. E il sindaco del paese dell'entroterra siciliano corre ai ripari chiudendo scuole e locali. In seguito a un matrimonio celebrato lo scorso 12 settembre, dove erano presenti 250 invitati, otto persone sono risultate positive al Coronavirus. Tra di loro c'è anche una infermiera che lavora nel reparto di geriatria dell'Ingrassia e che è stata ricoverata all'ospedale Civico di Palermo. Aveva febbre alta e sintomi influenzali acuti. Anche alcuni suoi familiari sono poi risultati positivi.

L'ordinanza del sindaco di Corleone dopo l'aumento dei contagi

Il timore che il numero dei casi positivi possa crescere ancora ha spinto il sindaco Nicolò Nicolosi a disporre la chiusura di bar e pub alle ore 22, la villa comunale resterà chiusa, mentre impianti sportivi e palestre dovranno cessare le attività entro le 20. Stop anche a convegni e congressi in programma in questi giorni e non apriranno nemmeno i luoghi di cultura. E il sindaco ha deciso di chiudere anche le scuole di ogni ordine e grado. Tra gli invitati al matrimonio, a quanto emerso, c’erano anche 30 giovani studenti. "Abbiamo deciso di chiudere le scuole – ha spiegato il sindaco di Corleone -. La situazione è molto seria e da tenere sotto osservazione. Organizzeremo riunioni con le forze dell'ordine e l'Asp di Palermo. Si stanno tracciando tutti gli invitati che hanno preso parte al cerimonia e al banchetto. In attesa degli esami ho disposto la chiusura anche dei bar e dei pub alle 22 e della villa comunale”. Le scuole sono state chiuse anche a Marineo e Bisacquino, sempre nel Palermitano, dove insegnano alcune insegnanti che vivono a Corleone.

Quasi 100 nuovi positivi ieri in Sicilia

Sono 96 i nuovi casi di Coronavirus in tutta la Sicilia secondo l'ultimo aggiornamento fornito dalla Regione. Attualmente ci sono 2.043 positivi di cui 173 ricoverati in ospedale, 14 in terapia intensiva, 1.856 in isolamento domiciliare, per un totale di 5.596 casi dall'inizio dell'epidemia. Dei nuovi casi 8 ad Agrigento, 15 a Catania, 2 a Enna, 8 a Messina, 26 a Palermo, 4 a Ragusa, 9 a Siracusa e 24 a Trapani.