5.707 CONDIVISIONI
Alessia Piperno arrestata e liberata in Iran
10 Novembre 2022
18:00

Alessia Piperno è arrivata in Italia: ecco come è stata liberata

“Sono stati 45 giorni duri ma sto bene, sono emozionata e commossa” sono state le prime parole di Alessia Piperno dopo la liberazione. La connazionale è atterrata a Ciampino con un volo speciale da Teheran. Per la sua liberazione lavoro diplomatico e di intelligence.
A cura di Antonio Palma
5.707 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Alessia Piperno arrestata e liberata in Iran

Alessia Piperno è tornata in Italia. La donna, arrestata in Iran nel settembre scorso e rilasciata oggi dopo 43 giorni di prigionia, è tornata nel nostro Paese con un volo speciale partito da Teheran e atterrato allo scalo romano di Ciampino poco dopo le 17, come da programma. "Sto bene, sono emozionata e commossa" sono state le sue prime parole dopo la liberazione tanto attesa.

Alessia Piperno rientra a casa a Roma
Alessia Piperno rientra a casa a Roma

Parole che Alessia Piperno ha riservato ai genitori che ha voluto subito chiamare al telefono dopo essere salita sul volo Falcon 900 che la riportava in Italia. La ragazza dopo la liberazione, infatti, sarebbe stata consegnata ai funzionari dell'ambasciata italiana a Teheran direttamente in aeroporto senza alcun tipo di contatto con altri.

Alessia Piperno a colloquio con Gualtieri
Alessia Piperno a colloquio con Gualtieri

Ad accoglierla all'aeroporto di Ciampino proprio i genitori che ai giornalisti che li attendevano hanno dichiarato commossi: "Siamo felici". Con loro la giovane è tornata a poi a casa nel quartiere di Colli Albani, a Roma. Alessia Piperno è sceso dall'auto con un piumino blu e un berretto tra una folla di persone che la attendeva ma non ha fatto altre dichiarazioni.

"Sono stati 45 giorni duri, poi questa mattina la sorpresa. Ho trascorso la mia detenzione in una cella con sei persone, è stato difficile ma non sono stata maltrattata" ha dichiarato invece al sindaco di Roma Roberto Gualtieri che l'ha accolta all'aeroporto di Ciampino.

Alessia Piperno in viaggio
Alessia Piperno in viaggio

Allo scalo è arrivata anche la nostra Premier Giorgia Meloni che ha rinviato appositamente l'atteso Consiglio dei ministri di oggi per dare il suo personale saluto alla connazionale liberata. Era stata proprio la Presidente del Consiglio a dare l'inatteso annuncio questa mattina a margine delle dichiarazioni alla stampa a seguito dell'incontro con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, a Palazzo Chigi.

"Faccio una cosa irrituale, ma volevo ringraziare i nostri servizi di intelligence, il sottosegretario Mantovano e il Ministero degli Esteri per il lavoro straordinario e silenzioso per far tornare a casa questa ragazza" ha detto Meloni.

Alessia Piperno in viaggio
Alessia Piperno in viaggio

"Alessia Piperno  è stata Liberata grazie al lavoro della diplomazia italiana"  ha confermato anche il ministri degli Esteri Antonio Tajani che ha fatto sapere che la giovane "sta bene e non ha subito alcuna violenza". "Alessia Piperno è stata liberata grazie all'intenso lavoro della diplomazia italiana, ringrazio tutti coloro che si sono impegnati per risolvere questo caso. È una bella notizia per tutti" ha detto Tajani spiegando che la 30enne "sta bene e non ha subito alcuna violenza" anche se "è stata detenuta".

Secondo le prime notizie, la trentenne era stata trasferita nel carcere di Evin dopo l'arresto e le sue condizioni e il trattamento a lei riservato in carcere sarebbero stati monitorati dalla nostra diplomazia per tutto il tempo. Le trattative, andate avanti sia attraverso il classico canale  diplomatico sia con quello di intelligence, hanno dato i frutti sperati, fino la liberazione di oggi. Le autorità di Teheran infatti avrebbero risposto positivamente alle richieste della Farnesina che si è occupata del caso fin dai primissimi momenti e ha deciso di convenire con un gesto di distensione con l'Italia.

La conferma arriva anche da un comunicato di congratulazione e distensione con l'auspicio di una proficua collaborazione futura tra di due Paesi rilasciato dalle autorità iraniane proprio nei momenti della liberazione di Alessia Piperno. Pochi minuti prima vi era stata una telefonata tra il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani e il suo omologo di Teheran, Hossein Amirabdollahian. Attività che ha permesso il rilascio della nostra  connazionale in tempi relativamente brevi e sopratutto prima che iniziasse il processo a suo carico.

"Ho ricevuto nei giorni scorsi i genitori e oggi li ho chiamati per annunciare che tutto stava andando come doveva andare. Abbiamo seguito passo passo la vicenda e siamo riusciti a ottenere un buon risultato. Abbiamo lavorato intensamente e siamo riusciti a portarla a casa" ha concluso il Ministro.

5.707 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni