30 Settembre 2021
20:08

Agrigento, brucia rifiuti speciali nel forno della sua ex pizzeria: denunciato

Bruciava materiale di scarto di un fabbricato in legno nel forno della sua pizzeria ad Agrigento. Un uomo di 60 anni è stato denunciato a piede libero con l’ipotesi di reato di incendio di rifiuti speciali. Secondo le forze dell’ordine, si tratterebbe di materiale non pericoloso. Il titolare è stato colto sul fatto durante un sopralluogo.
A cura di Gabriella Mazzeo

Bruciava rifiuti speciali nel forno adibito alla cottura degli alimenti della sua pizzeria. Il locale risultava chiuso ormai da un anno e da tempo aveva cessato l'attività. Nonostante questo, però, da oltre un mese si registravano al suo interno movimenti sospetti che hanno attirato l'attenzione dei residenti di viale Leonardo Sciascia ad Agrigento. Dopo aver ricevuto la segnalazione di un cittadino, i Carabinieri si sono recati sul posto e hanno sorpreso il titolare 60enne intento a bruciare nel forno a legna materiale di scarto di un fabbricato. 

Sul posto è stato convocato anche il personale dell'Arpa della Regione Sicilia che, dopo un'analisi del materiale bruciato, ha classificato i rifiuti in "speciali non pericolosi". Il tutto è stato posto sotto sequestro ed è ora a disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento per nuovi accertamento. L'uomo è stato denunciato a piede l'ibero con l'ipotesi di reato di incendio di rifiuti speciali.

Secondo le prime indiscrezioni, il sessantenne sarebbe stato colto sul fatto dai carabinieri convocati sul posto. L'uomo bruciava ormai da diverso tempo materiale speciale all'interno della sua ex pizzeria. Per l'accusa, in questo modo cercava di sfuggire ai controlli ambientali. L'attività anomala e la continua emissione di fumo dal locale hanno insospettito i residenti che hanno quindi deciso di allertare in forma anonima i carabinieri per un sopralluogo di controllo. Una volta giunti nella pizzeria vuota, hanno trovato il 60enne intento a disfarsi del materiale di scarto. Non è stata resa nota la provenienza dei rifiuti: si tratterebbe di resti di un fabbricato in legno del quale però non si sanno ulteriori dettagli. Saranno le forze dell'ordine ad effettuare indagini più approfondite sul tema per rispondere a queste domande

Strage Sassuolo: “Elisa Mulas già maltrattata da un altro ex non aveva denunciato l’assassino”
Strage Sassuolo: “Elisa Mulas già maltrattata da un altro ex non aveva denunciato l’assassino”
Strage di Sassuolo: Elisa Mulas minacciata e perseguitata nei giorni precedenti il delitto
Strage di Sassuolo: Elisa Mulas minacciata e perseguitata nei giorni precedenti il delitto
Femminicidio Reggio Emilia: il killer era stato già condannato per violenze sull'ex compagna
Femminicidio Reggio Emilia: il killer era stato già condannato per violenze sull'ex compagna
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni