7.663 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
11 Agosto 2022
10:31

A Forte dei Marmi c’è chi è andato a protestare davanti a una villa che si dice sia di Zelensky

Il “Movimento nazionale Rete dei patrioti” ha organizzato una protesta davanti alla villa che alcuni ritengono sia del presidente ucraino Zelensky.
A cura di Davide Falcioni
7.663 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Basta armi al comico guerrafondaio". È questo il testo di uno striscione esposto ieri sera davanti a quella che si ritiene sia la villa del presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Forte dei Marmi (Lucca).

A organizzare il sit-in è stato un gruppetto di persone aderenti al "Movimento nazionale Rete dei patrioti". L'iniziativa, spiega una nota, è stata indetta "per protestare contro la folle politica perseguita dall'attuale governo italiano e, con ogni probabilità, anche dal prossimo: aumentare le spese militari per sostenere il governo ucraino che, da otto anni, bombarda la popolazione russofona del Donbass, mentre si impongono sanzioni alla Russia che hanno creato crisi energetica, aumento delle bollette e danneggiano tanto le esportazioni quanto il turismo".

"Forte dei Marmi – spiegano gli organizzatori della protesta – è una località simbolo di questa politica scellerata: una cittadina che da decenni beneficia del turismo russo di fascia alta e che è stata danneggiata dal sequestro, arbitrario e ingiustificato, delle proprietà dei cittadini russi. Coerenza imporrebbe di sequestrare anche la villa di uno dei maggiori responsabili della tragica situazione attuale: quel Volodymyr Zelenskij che prometteva la pace nel Donbass e che invece non ha concesso tregua ai suoi concittadini di Donetsk e Lugansk, violando costantemente gli accordi di Minsk e provocando la reazione della Federazione Russa".

Nessun cenno, ahinoi, alle migliaia di vittime civili ucraine uccise dalle azioni intraprese dall'esercito russo a partire dal 24 febbraio, giorno in cui ha avuto inizio l'invasione del Paese.

7.663 CONDIVISIONI
2841 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni