Maria Vicenta Lliso Sanmartin, quarantanovenne spagnola residente a Perugia, sabato pomeriggio stava portando il figlio di dodici anni alla finale del torneo di tennis al circolo Giotto di Arezzo quando all'improvviso la sua auto si è schiantata contro un camion lungo la statale 73 in direzione Arezzo, all'altezza della località Torrino. Per la donna non c’è stato nulla da fare: è morta sul colpo davanti al figlio. Distrutta la loro auto, una Renault Talisman di grossa cilindrata. Il ragazzo è stato portato con l'elisoccorso all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze per trauma addominale, ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Anche il camionista coinvolto nell’incidente ha riportato lievi ferite. Come ricostruiscono i quotidiani locali l’adolescente, una promessa del tennis, era atteso al Giotto per un torneo giovanile importante, lo “Junior Next Gen Italia”. Non vedendolo arrivare hanno iniziato a chiamare finché dalla polizia locale non è arrivata la terribile conferma di quanto era accaduto.

Annullata la finale – Il mondo del tennis aretino e umbro si stringono attorno al giovane e alla sua famiglia. Il messaggio di Federtennis Umbria: “Un tragico incidente d'auto, avvenuto ieri sulla strada che lo stava portando a giocare il Torneo di Macroarea di Arezzo del circuito Junior Next Gen, ha privato Yannick Ngantcha (uscito dal tremendo urto con un braccio fratturato) dell'affetto dell'adorata mamma, la sig.ra Maria Vicenta Lliso Sanmartin. Al marito Jean Jacques e ai figli Ayline e Yannick le commosse condoglianze e la vicinanza affettuosa di tutto il tennis umbro". La finale del torneo di tennis è stata annullata per rispetto alla famiglia colpita dal lutto.