E' andato completamente distrutto, a causa di un incendio, il ristorante californiano di Bruno Serato, lo chef originario di originario di San Bonifacio, in provincia di Verona, diventato famoso in tutti gli Stati Uniti – dove risiede e lavora dal 1980 – grazie al suo impegno di solidarietà a favore dei bambini poveri, per i quali – a titolo gratuito – cucina e serve piatti di pastasciutta. L'Anaheim White House Restaurant nella contea di Orange Country, nel sud della California, è stato completamente distrutto dalle fiamme; a dare la notizia è stato lo stesso chef sulla sua pagina Facebook: “Nessuno si è fatto male e ringrazio Dio per questo. Mi ci vorrà tanto tempo per rimettere in piedi quello che ho creato da 30 anni. Comunque c'è chi sta peggio nel mondo, c'è chi ha fame, chi soffre. Vedo dalla California che la gente di Amatrice e altri paesi soffrono più di me, per cui non mi lamento”.

Nonostante il drammatico evento, Serato ha comunque dedicato un pensiero ai suoi piccoli clienti: “I bimbi ai quali preparo pasti da 12 anni saranno a posto. Ho già trovato una cucina per preparare la pasta per loro. Si ricocomcia da domani, lunedì”. “Oggi è una giornata triste, ovviamente, ma quando si cade bisogna sempre rialzarsi di nuovo. Mi sono già alzato” conclude lo chef Bruno. Per l'impegno a favore dei bambini bisognosi Bruno Serato è stato inserito dalla Cnn della top ten degli eroi dell'anno ed è stato chiamato anche alla Casa Bianca. Il progetto del cuoco veronese si è allargato fino a costituire la Fondazione Caterina, che si occupa di servire pasti caldi ogni giorno agli homeless e alle famiglie che vivono nelle roulotte.