“La cosa più importante è che si preghi per noi”: così il governatore della Florida Rick Scott ha commentato con la Nbc la situazione nel suo Stato mentre l'uragano Irma sta scatenando una forza impressionante con venti superiori ai 200 km/h. Dopo aver colpito le Keys, le isole più a sud delle Florida, Irma – che intanto è stato declassato prima a categoria 2 e poi a categoria 1 – si sta avvicinando alla città di Naples. Impressionanti le immagini che arrivano da Miami, dove molte strade sono completamente allagate. Il governatore ha riferito di aver parlato con Donald Trump spiegando che il Presidente ha fatto in modo “che tutto ciò che ho chiesto al governo federale ci sia stato dato”. Nei giorni scorsi Scott si è fatto portavoce dell'allerta in attesa di Irma, lanciando messaggi perentori su prevenzione e ordini di evacuazione. Trump – rende noto la Casa Bianca – ha intanto approvato lo “stato di disastro” per la Florida e ha ordinato aiuti federali per i soccorsi e la ricostruzione per la devastazione portata dall'uragano Irma. In particolare, la decisione del Presidente sblocca fondi federali per le persone che hanno subito danni in nove contee.

Irma fa sentire i suoi effetti sul traffico aereo di mezzo mondo – A causa del passaggio dell’uragano Irma oltre 3 milioni di persone sono rimaste senza elettricità in Florida. Tra questi, più di 840.000 si trovano nella contea di Miami-Dade. Si parla del più grande blackout nella storia degli Stati Uniti. Quasi tutta Miami Beach, riferiscono i media locali, è rimasta al buio. L'uragano sta facendo sentire i suoi effetti anche sul traffico aereo di mezzo mondo: 10.700 volti in quattro continenti sono stati cancellati, di cui 7400 nella sola Florida. Lo riferisce il sito di Cnbc. Il numero delle cancellazioni potrebbe ulteriormente crescere mentre Irma si dirige verso Atlanta in Georgia.