Incidente mortale nella notte tra domenica e lunedì lungo le strade di Jesolo, nella città metropolitana di Venezia. Un ragazzo di 27 anni, Andrea Boso, è morto a seguito di un violento schianto a bordo della sua moto, avvenuto a Ca' Pirami, ai confini tra Jesolo ed Eraclea. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 27enne, originario di Eraclea, aveva trascorso la notte in un locale di Jesolo dove lavorava come cuoco e stava viaggiando per rientrare a casa dopo le 3.30 quando, per causa ancora da accertare, avrebbe perso il controllo della moto, sbandando e impattando prima contro un platano e poi finendo in un fosso a bordo strada.

A causa dell'ora, dello scarso traffico e della dinamica stessa dell'incidente stradale, per ore nessuno si è accorto dello schianto e nessuno ha allertato i soccorsi. A ritrovare il 27enne per caso sono stati alcuni operatori ecologici impegnati nel lavoro sulla strada lunedì mattina intorno alle 9. Gli addetti infatti hanno notato la moto nel fossato e hanno capito che era accaduto qualcosa, poi quando si sono avvicinati hanno fatto la tremenda scoperta.

Sono stati subito allertati i servizi di emergenza ma per Andrea Boso ormai non c'era più nulla da fare, la sua morte risaliva a diverse ore prima. Per recuperare la vittima sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, mentre è toccato alla polizia locale effettuare i rilievi del caso per ricostruire la dinamica. La salma è stata trasportata all'obitorio dell’ospedale di Jesolo e messa disposizione dell'autorità giudiziaria.