AGGIORNAMENTO 4 NOVEMBRE – Si terrà il 19 Novembre l'udienza preliminare: il Gip di Ragusa dovrà esaminare la richiesta di rinvio a giudizio (avanzata dalla Procura della Repubblica) e decidere entro l'8 Dicembre, giorno in cui è stata arrestata, un anno fa, Veronica Panarello.

E' stata formalizzata la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di Veronica Panarello, accusata dell'omicidio di suo figlio, Lorys Stival. Secondo l'accusa, l'avrebbe strangolato con delle fascette da elettricista per poi gettarlo in un canalone, nei pressi del mulino vecchio, a Santa Croce Camerina. La donna, però, continua a professarsi innocente; il marito, Davide, crede più alle immagini (e agli inquirenti) che alla moglie. Intanto la Procura di Ragusa, presieduta da Carmelo Petralia, ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti della Panarello.

Accusata di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

La mamma del piccolo Lorys è accusata di omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere. Nelle prossime ore il giudice per le indagini preliminari potrebbe vagliare la richiesta formulata dal pm e così fissare, il prima possibile, l'udienza preliminare. L'avvocato Francesco Villardita, che difende la Panarello, è pronto a sostenere, a gran voce, l'innocenza della sua assistita: "L'idea è di affrontare un processo pubblico con una giuria popolare, a porte aperte e davanti la Corte d'Assise di Siracusa, competente per territorio in questa vicenda processuale". Al momento si esclude il ricorso a riti alternativi. "Una scelta suicida" è il commento della criminologa Roberta Bruzzone, ospite di "Porta a Porta".

Veronica Panarello arrestata l'8 Dicembre.

Lorys è stato ucciso la mattina del 29 Novembre 2014 a Santa Croce Camerina; i sospetti sono subito ricaduti sulla madre Veronica Panarello, arrestata lo scorso 8 Dicembre. La donna, sostenuta dal padre e dalla zia Antonella Stival, si è sempre dichiarata innocente e pronta per far emergere, nelle sedi opportune, tutta la verità. Orazio Fidone, invece, esce di scena: nelle carte depositate dalla Procura non emerge alcun dato rilevante. L'uomo – come ricorderete – ha trovato il corpo di Lorys alle ore 16.50: di mattina, invece, si trovava con la moglie al mercato e ha appreso da altri la notizia della morte del piccolo. Escluso anche il coinvolgimento del genero del cacciatore, inizialmente additato come l'amante della Panarello.

Vota l'articolo:
3.96 su 5.00 basato su 148 voti.
Aggiungi un commento!