in foto: Incendio a Capalbio (Twitter).

L'Italia continua a bruciare. Dopo le emergenze scoppiate in Sicilia, Campania e Calabria, ora tocca alla Toscana fare i conti con il pericolo incendi. Fiamme alte sono state registrate domenica mattina a Capalbio, in provincia di Grosseto, precisamente nel territorio della zona del Padule del Chiarone, al confine con il Lazio. Sono stati immediatamente evacuati lo stabilimento balneare "Ultima spiaggia", molto famoso e spesso frequentato da politici e manager romani, e il campeggio "Capalbio". Stando a quanto riporta la Protezione civile regionale, il rogo si sarebbe sviluppato nella pineta al ridosso del mare, il che ha costretto i numerosi bagnanti presenti alla fuga. Al momento è in azione un elicottero, mentre a terra operano squadre di volontari antincendi, di operai forestali e di vigili del fuoco.

Il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, ha fatto sapere che è stata anche bloccata la linea ferroviaria Tirrenica. Le Ferrovie dello Stato hanno spiegato che il transito dei treni è stato fermato alle 12.10 e poi alle 13.50 è stato dato il via libera alla ripresa della circolazione su un binario, ma verrà nuovamente interrotto, con disagi alla circolazione che continueranno per le prossime ore. Anche se il pericolo sembra rientrare, in molti hanno preferito lasciare la spiaggia, con conseguenti disagi anche per la viabilità. L'incendio, alimentato dal forte vento, è arrivato fino a Viterbo e ha comportato anche l'evacuazione a scopo precauzionale del campeggio Costa Selvaggia di Pescia Romana. Interrotta anche la statale Aurelia, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, che parlano di rogo di vegetazione.