17:01

Elezioni comunali 2012: caos in Sicilia, le percentuali sono da ricalcolare

Errore nel calcolo delle percentuali per i candidati a sindaco in tutta la Sicilia per un'errata interpretazione della Legge Regionale. Imposto un riconteggio che a Palermo potrebbe far scendere le precentuali di Orlando e degli altri candidati di circa dieci punti.

Elezioni comunali 2012: caos in Sicilia, le percentuali sono da ricalcolare.

Confusione generale in tutta la Sicilia sul conteggio dei voti di queste elezioni amministrative appena concluse, gli uffici elettorali locali hanno calcolato in modo errato le percentuali di voto per i candidati sindaco alle elezioni comunali ed ora saranno costretti a riconteggiare tutte le percentuali. Stiamo parlando di cifre percentuali consistenti, al punto che molti sindaci già dati per eletti al primo turno ora rischiano di dover andare al ballottaggio. Anche alle elezioni comunali di Palermo quando ormai i giochi sembravano fatti per Orlando e Ferrandelli al ballottaggio, ora le percentuali per i due potrebbero scendere di circa dieci punti percentuali.

Un’errata interpretazione della Legge regionale – L’errore sembra sia scaturito da un’errata interpretazione di due leggi regionali in vigore in Sicilia che impongono nel conteggio complessivo dei voti anche le schede in cui è stata data la preferenza solo alla lista o al consigliere comunale, senza che il voto si estenda anche al candidato sindaco collegato. Insomma un vero e proprio rompicapo che ha tratto in inganno gli uffici elettorali dei comuni e creato un “caos elettorale” sull’Isola.

Orlando parla di pressapochismo – L’errore confermato dall’assessorato alle Autonomie locali della Regione Sicilia, che ha inviato una nota ai Comuni interessati dal voto, ha colto di sorpresa i sindaci che già festeggiavano la vittoria come ad esempio a Villabate e Sciacca. Il risultato di Palermo invece nella pratica resta lo stesso, ma comunque fa infuriare Leoluca Orlando che dopo aver avuto la notizia ha così commentato:

“Siamo davanti al pressapochismo fatto sistema”

Leoluca Orlando

. Il candidato dell’Idv che sfiderà il vincitore delle primarie del centrosinistra al ballottaggio ha fatto capire però che per lui non cambia nulla visto che “se avessi il 37% qualcun altro avrebbe il 7%” ha spiegato ai giornalisti.

Probabili ricorsi futuri - Certamente come ha rivelato lo stesso ex sindaco quello che è accaduto resta “comunque una cosa un po’ bizzarra”. Un evento che probabilmente scatenerà polemiche a non finire nei prossimi giorni con molte contestazioni anche in sede giudiziaria, visto che l’errore delle commissioni elettorali potrebbe non essere “isolato”, ma riguardare anche i singoli seggi nell’assegnazione dei voti.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE