Annullato il Festival dell'Umorismo che dal 22 al 24 settembre avrebbe dovuto animare la città di Livorno, i suoi abitanti e i tanti visitatori attesi. Gli organizzatori, per esprimere il proprio cordoglio e la propria vicinanza alle famiglie delle vittime dell’alluvione, hanno deciso di annullare l’edizione 2017 del Festival.

"Purtroppo – si legge nel comunicato diffuso da Fondazione Livorno e Fondazione – Arte e Cultura – i tragici eventi che hanno sconvolto la città hanno reso impossibile mantenere l’attenzione su un evento che, seppure culturale, si sarebbe incentrato su un argomento lontano, in questo momento, dallo stato d’animo della città e degli stessi organizzatori

La decisione è stata presa, dunque, per essere vicine a tutti i cittadini danneggiati e alla città nel suo complesso così gravemente devastata anche nel suo tessuto economico: "Questo è il momento della solidarietà – continua la nota – I tanti giovani accorsi a spalare fango per prestare soccorso alle famiglie disastrate hanno ancora una volta portato alla luce questo sentimento di cui i livornesi si sono sempre resi interpreti nei momenti più drammatici."

Non manca, nella decisione di annullare il festival dell'Umorismo, un gesto di solidarietà da parte della Fondazione Livorno e Fondazione – Arte e Cultura: devolvere gli incassi dei biglietti già venduti a un fondo di solidarietà per le vittime dell'alluvione. La nota per la stampa si conclude, infine, con: "Un sentito ringraziamento a tutti coloro che in questi mesi si sono dedicati all’organizzazione del Festival: al direttore artistico Stefano Bartezzaghi, ad Anna Gilardi e tutto lo staff di Stilema, ai volontari delle scuole, al Comune e a tutti i suoi collaboratori, ai fornitori, e infine alla struttura di Fondazione Livorno e Fondazione Livorno – Arte e Cultura."