Giallo a bordo della petroliera Bianca Amoretti. Un marinaio di 35 anni, Giosuè Sorrentino, originario della Campania (Sant'Agnello, in provincia di Napoli), è stato trovato morto nella sala macchine, nella stiva della nave. La tragedia è avvenuta questa mattina a Malamocco, nella laguna veneziana. A scoprire il cadavere, che a quanto pare ha una profonda ferita alla gola, sono stati due colleghi. Alle 11 in comandante ha dato l'allarme via rado e ha richiesto l'intervento della capitaneria di porto. La nave, per favorire le indagini, è stata fatta entrare a Venezia e portata in banchina a Marghera.

Al momento tutte le ipotesi restano aperte: dall'omicidio, al suicidio all'incidente sul lavoro.

Gli uomini della Questura di Venezia sono saliti a bordo, hanno ispezionato il cadavere e iniziato a sentire gli uomini dell'equipaggio e il comandante. L'imbarcazione, un tanker adibito al trasporto di petrolio greggio, è stata costruita nel 2013 ed è di proprietà della società armatrice Amoretti di Parma. Lo scorso 21 aprile era ormeggiata al porto di Ravenna e da lì a Venezia. Dov'è successa la tragedia che per ora è avvolta nel mistero.