La Procura di Trieste ha aperto un'inchiesta per stabilire se esistano eventuali collegamenti tra il suicidio di una donna e il processo a carico del suo ex marito per maltrattamenti. L'uomo era stato denunciato dalla stessa donna. Il suicidio, infatti si è verificato esattamente alla vigilia dell'udienza preliminare della vertenza giudiziaria.

Ieri le parti avrebbero dovuto incontrarsi davanti al giudice per l'udienza preliminare ma la donna, di 30 anni, di Trieste, non si è presentata in aula e poche minuti più tardi si è diffusa la notizia che il giorno precedente si era tolta la vita gettandosi dal balcone di casa, al sesto piano.

Come riporta il quotidiano Il Piccolo oggi in edicola, il pubblico ministero titolare dell'inchiesta, Chiara De Grassi, sarebbe stata intenzionata a rinviare a giudizio l'uomo, accusato di vari episodi di maltrattamenti e minacce, avvenuti nel 2017. Sono da accertare invece collegamenti tra il gesto estremo della trentenne e le presunte violenze subite da parte dell'ex.