video suggerito
video suggerito

Che cos’è la bizzarra tecnica del rawdogging per voli aerei lunghi: è diventata una sfida

Sui social molti passeggeri si vantano di aver praticato il rawdogging in aereo, su voli a lunga percorrenza. Di cosa si tratta?
A cura di Giusy Dente
60 CONDIVISIONI
Immagine

I voli a lunga percorrenza sono i più difficili da gestire e possono mettere a dura prova, soprattutto chi non è abituato a viaggiare. Si tratta di stare ore e ore seduti: si mangia seduti, si dorme seduti, si guarda un film seduti, si ascolta la musica seduti. Può essere estenuante. Sui social, però, è diventato virale un modo bizzarro di vivere i voli a lungo raggio e video dopo video, è diventato quasi una sfida a chi lo mette in pratica in modo più estremo e più a lungo. Si parla di rawdogging (che letteralmente in slang significa "fare sesso senza protezioni").

Che cos'è il rawdogging

È emersa una nuova, bizzarra tendenza di viaggio. Consiste in una particolare modalità di passare il tempo durante un volo molto lungo. La pratica del rawdogging demolisce tutto quello che d'impatto verrebbe in mente, pensando a cosa fare in aereo. Solitamente c'è chi legge, chi ascolta musica, chi ne approfitta per recuperare puntate di una serie tv, chi gioca a carte. Insomma, si cercano fonti di intrattenimento che possano aiutare a distrarsi un po'.

E invece sui social, tanti passeggeri si stanno cimentando con qualcosa di diverso. Il rawdogging, infatti, consiste proprio nel non fruire di alcuna forma di intrattenimento in volo. No film, no musica, no podcast: ci si concede come massimo "svago" le mappe di volo che di defalut presentano gli schermi sullo schienale del sedile. In alternativa, si può sempre fissare il vuoto. Su TikTok è diventata una moda. Il trend è esploso a maggio, quando un ventiseienne londinese di nome West è diventato virale condividendo sui social la propria decisione di rinunciare a qualsiasi intrattenimento in volo e di passare il suo viaggio di sette ore unicamente fissando la mappa del volo.

Inizialmente spacciato come una forma di disintossicazione digitale e di meditazione (e fin qui tutto bene), ora però su larga scala il trend sta diventando una vera e propria sfida, con derive anche pericolose per la salute. Si è trasformato in un modo per superare i limiti della disciplina mentale e della resistenza fisica, l'ennesima corsa al like facile su TikTok. Portando il concetto all'estremo, infatti, alcuni si sono spinti oltre con l'autocontrollo e sostengono addirittura di rinunciare a cibo e bevande per tutta la durata del viaggio. C'è chi neppure va in bagno.

Un utente (@westwashere) si è vantato di aver fatto 10 ore di volo senza muoversi dal suo posto e ha invitato gli altri utenti a fare di meglio. Un'altra (@cookestraveltok) ha raccontato del rawdogging di sua madre: "Eccola su un volo di nove ore. Niente iPad. Niente cuffie. Niente libro": la clip ha ottenuto più di 8 milioni di visualizzazioni. Dalton Roe ha affermato: "Ho appena fatto un volo da Orlando a Los Angeles con il rawdog. Niente acqua, niente snack, niente musica o intrattenimento. Sedile completamente dritto. Il potere della mente non ha limiti. Resta forte". Anche il musicista  australiano Torren Foot si è unito al trend, scrivendo martedì 25 giugno su TikTok: "15 ore di volo per Melbourne: niente musica, niente film, solo la mappa del volo (ho contato fino a 1 milione due volte)".

@torrenfoot

There’s levels to this 🛬🧠

♬ original sound – torrenfoot

60 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views